Archivio tag | Schegge di ricordi

Recensione : Schegge di ricordi di Monica Lombardi

Emozioni & Monica 

Titolo: Schegge di verità
Autore: Monica Lombardi
Serie : Schegge 2°
Genere: Thriller
Editore: AmazonPublishing
Pagine: 350
Prezzo: € 4.99 (e-book) – € 9.99 (cartaceo)
Uscita: 18 Luglio 2017

È sopravvissuta. Ora vuole ricominciare a vivere.

Due donne, due amiche, Giulia e Livia, rapite una sera di novembre. Quando tornano alla loro vita, niente è più come prima. Livia, quella che è stata più a contatto con il mostro, di notte sogna la sua prigionia e di giorno non riesce a scrollarsi di dosso la sensazione che lui tornerà. E infatti il mostro si avvicina, più folle e spietato che mai. Con un solo obiettivo: insinuarsi per sempre nella mente di Livia.

Il commissario Claudio Sereni, a sua volta vittima di un insolito incidente di cui non ha memoria, dovrà riprendere le fila del caso del rapimento delle due amiche rimasto irrisolto. Attorno a lui orbitano il collega Emilio Arco e la sensitiva Ilaria Benni. Dovrà muoversi con decisione per stanare il mostro e allo stesso tempo con delicatezza per non spezzare la fragile corazza che Livia ha costruito intorno a sé, ai suoi ricordi e ai suoi sentimenti.

Recensore :

Salve amici di Emozioni, oggi vi parlo di “Schegge di ricordi” di Monica Lombardi, l’atteso seguito di “Schegge di verità”.
Avevamo lasciato le nostre amiche Giulia & Livia salvate dalla prigionia, ma non completamente al sicuro; il rapitore/psicopatico è riuscito a sfuggire alla cattura, redendo il loro recupero fisico e psicologico molto difficile e duro.
Giulia, che abbiamo avuto modo di conoscere meglio in “Schegge di Verità”, può contare sul supporto del suo Andrea: i due sono ancora molto scossi per l’accaduto, ma cercano di andare avanti pianificando il loro futuro insieme.
Di Livia non sappiamo quasi nulla: nel precedente libro eravamo tutti concentrati a cercare di salvarla dal suo aguzzino.
La ritroviamo a fare i conti con la violenza subita e non è facile per lei, si chiude in se stessa,
taglia fuori i famigliari, il suo migliore amico, e la stessa Giulia, che è preda di una forte preoccupazione per le sua sorte.
Nel frattempo le indagini proseguono. Il commissario Arco viene affiancato dal collega Sereni che, come ricorderete, era stato incaricato dell’ indagini sulla scomparsa della ragazze ma, rimasto vittima di un incidente stradale, ha dovuto rinunciare a seguirle.
Un personaggio molto interessante questo Sereni, un tipo un po’ rude ma dal cuore d’oro, con il suo modo di comportarsi riesce a far breccia nel muro che Livia ha costruito intorno a sé.

Mentre seguiamo i progressi di Livia, il nostro serial killer è più vicino di quanto non si pensi, e controlla la situazione cercando il modo per colpire, perché nella sua mente malata Livia è sua.
Personaggio molto inquietante dotato di una mente acuta tiene in scacco tutti fino alla fine; grande manipolatore riesce a contare sull’aiuto di diverse pedine.
Un cattivo molto capace e interessante.
Sulla trama non aggiungo altro per non togliere il piacere della lettura a chi non l’ha ancora letto.
Chiudo parlando dell’autrice: ho imparato a conoscere Monica Lombardi con Sam, sono impazzita per il Team, ma con la duologia di Schegge si è davvero superata; ambientare un romanzo del genere in Italia non è una scelta facile, lei c’è riuscita con il primo e si è superata nel secondo. Ha intrecciato la sofferenza di Livia alla delirante malvagità del killer, in un susseguirsi di colpi di scena, tenendomi incollata fin dalle prime pagine del libro. Ho trepidato per la sorte di Livia, per la sua “rinascita” dopo la brutale violenza, il tutto decritto e narrato in modo incisivo e coinvolgente, ma lasciando intravedere una luce di speranza nel buio alla fine del tunnel.
Grazie Monica, ancora una volta hai saputo stregarmi dall’inizio alla fine; trama incredibile e personaggi molto interessanti, hai fatto centro! Ottimo lavoro, avanti così!
Consigliatissimo agli amanti del genere e non un consiglio, vi esorto a leggerlo è un nuovo modo di vedere Monica Lombardi.

Voto :

Progetto grafico :

Editing:

 

 

 

 

Annunci

Coming soon AmazonPublishing : Schegge di ricordi di Monica Lombardi

Con Schegge di ricordi Monica Lombardi torna a scavare nelle voragini della mente umana, in un thriller psicologico degno dei maestri del genere.

Titolo: Schegge di verità
Autore: Monica Lombardi
Serie : Schegge 2°
Genere: Thriller
Editore: AmazonPublishing
Pagine: 350
Prezzo: € 4.99 (e-book) – € 9.99 (cartaceo)
Uscita: 18 Luglio 2017

 

È sopravvissuta. Ora vuole ricominciare a vivere.

Due donne, due amiche, Giulia e Livia, rapite una sera di novembre. Quando tornano alla loro vita, niente è più come prima. Livia, quella che è stata più a contatto con il mostro, di notte sogna la sua prigionia e di giorno non riesce a scrollarsi di dosso la sensazione che lui tornerà. E infatti il mostro si avvicina, più folle e spietato che mai. Con un solo obiettivo: insinuarsi per sempre nella mente di Livia.

Il commissario Claudio Sereni, a sua volta vittima di un insolito incidente di cui non ha memoria, dovrà riprendere le fila del caso del rapimento delle due amiche rimasto irrisolto. Attorno a lui orbitano il collega Emilio Arco e la sensitiva Ilaria Benni. Dovrà muoversi con decisione per stanare il mostro e allo stesso tempo con delicatezza per non spezzare la fragile corazza che Livia ha costruito intorno a sé, ai suoi ricordi e ai suoi sentimenti.

L’autore :
Monica Lombardi lavora come traduttrice e interprete free-lance. Per alcuni anni ha scritto e pubblicato fan fiction su alcuni siti americani, per poi approdare a storie con personaggi suoi. Ama il cinema e le serie tv ed è convinta che questo suo amore per le storie narrate sul piccolo e grande schermo si percepisca in quello che scrive. La prima serie che ha pubblicato ha come protagonista un tenente della Omicidi di Atlanta, Mike Summers. A questi quattro romanzi sono seguiti la commedia romantica Three doors – La vita secondo Sam Bolton, la serie romantic suspense “GD Team” e quella distopica “Stardust” (tutti Emma Books). Con Amazon Publishing ha pubblicato Schegge di verità. “Scrivere è sentire il mondo che respira”, questo il motto che riassume il suo approccio alla scrittura

Blogtour + Giveaway : Schegge di ricordi di Monica Lombardi

UN TRIO CHE NON SCHERZA

Manca poco al 18 luglio: Monica Lombardi sta per tornare con Schegge di ricordi, un thriller psicologico che riprende la storia di Schegge di verità dove l’avevamo lasciata.
Tornano dunque Giulia e Livia, tornano Andrea Ranieri e la sensitiva Ilaria Benni, e tornano anche i due poliziotti che avevano lottato per la salvezza e la sicurezza delle due amiche rapite: il commissario Emilio Arco e il suo vice, il napoletano Nicola Esposito.
Non contenta di una simile carrellata di personaggi, Monica ci promette alcune new entry, tra cui quello che, a giudicare dalla trama almeno, appare come il protagonista maschile dell’intera storia: il suo nome è Claudio Sereni, è un collega di Arco, quindi anche lui commissario a Como.

I lettori più attenti forse se lo ricorderanno: nel primo romanzo, Emilio Arco accennava al collega che era stato messo fuori gioco da un incidente d’auto – “un insolito incidente di cui non ha memoria”, così recita la sinossi del romanzo.
Le indagini di Schegge di ricordi potranno dunque contare su ben tre poliziotti, uno schieramento invidiabile contro… noi non vediamo l’ora di scoprirlo!

Per questo Blog Tour, Monica ci regala alcuni succulenti estratti in cui possiamo scoprire qualcosa su questi tre uomini, profondamente diversi tra loro. Buona lettura!

OCCHIO ALL’OCCASIONE! Se non avete ancora letto Schegge di verità, tutti i clienti Prime di Amazon possono acquistarlo ancora oggi, 11 luglio, a un prezzo scontatissimo, sia in e-book che in cartaceo!

Da Schegge di ricordi : 

Cit: 

Ilaria si voltò verso il mobiletto alle sue spalle, ne tirò fuori due tazzine con relativi piattini, li appoggiò sulla superficie di marmo grigio chiaro.
«Emilio ti ha raccontato come funziona?»
«Non nei dettagli» ammise Claudio.
Tornò a guardarlo.
Aveva occhi grandi, verdi con tracce di marrone, e capelli molto scuri.
«Io sento la paura, solo quella» spiegò.

«Questo significa che percepisco spesso le vittime, raramente i criminali. Da quando hanno ritrovato Livia non ho più sentito niente» concluse, avvicinandosi di nuovo al fornello per sollevare il coperchio della moka e controllare il caffè che stava salendo.

Claudio estrasse il suo bigliettino dalla tasca e lo appoggiò sul tavolo.
«Se ti capitasse, me lo farai sapere?»
Nel silenzio che seguì sentirono la porta sul retro aprirsi e dei passi di uomo e di animale sul parquet.
Nico Esposito apparve sulla soglia della cucina con Drago al suo fianco.
Le due guardie del corpo di Ilaria Benni.

 

 

Cit:

Si intendevano bene, lui ed Emilio. Guidavano le rispettive squadre in modo molto simile ed era già capitato che lavorassero in stretta collaborazione a qualche caso.

Quando era arrivato da Torino, Claudio lo aveva sottovalutato.C’era qualcosa, nello sguardo, nell’aspetto del commissario Arco, che lo faceva apparire innocuo e disorganizzato.

Niente di più falso. Era un ottimo investigatore e, quando si metteva qualcosa in testa, non lo fermava nessuno. 

Cit:

Livia si strinse la giacca addosso, cercando invano di tenere lontano il freddo.
Sereni, un cognome che faceva a pugni con la sua faccia. Sembrava incazzato, più che sereno, e il suo sguardo le aveva dato l’impressione di cogliere ogni suo minimo battito di ciglia. Era stato difficile sfuggire a quello sguardo, era stato ancora più difficile incontrarlo e sostenerlo.
Ma ce l’aveva fatta, un punto per lei! Si era sentita minacciata da quell’uomo alto e massiccio, però non si era rintanata in un angolo. L’aveva messo alla porta in fretta, quello sì. Colpa sua: la prossima volta magari avrebbe chiamato, prima di presentarsi.
Doveva pensare a cosa dirgli. Doveva pensare a qualcosa che lo facesse sentire soddisfatto, senza che lei fosse costretta ad aprire porte che non voleva aprire. Forse avrebbe potuto parlargli dei fiori. Concentrarsi sul presente, senza tornare a voltarsi verso un passato di cui stava cercando disperatamente di fare terra bruciata.

<a class=”rcptr” href=”http://www.rafflecopter.com/rafl/display/a6634a1113/&#8221; rel=”nofollow” data-raflid=”a6634a1113″ data-theme=”classic” data-template=”” id=”rcwidget_agyqjgma”>a Rafflecopter giveaway</a>https://widget-prime.rafflecopter.com/launch.js