Archivio tag | biblioteca

Emozioni in giro per il mondo: George Peabody Library (Baltimora)

img_3998La George Peabody Library, precedentemente noto come la Biblioteca dell’Istituto Peabod. Si trova nel campus di West Peabody Mount Vernon Place nel quartiere storico di Mount Vernon-Belvedere culturale a nord del centro di Baltimora, nel Maryland, di fronte al Washington Monument.

img_4001Lo scenario è mozzafiato, per chi ama i libri, ma non solo. Siamo negli Usa, nello Stato del Maryland, e quella che vedete nelle immagini è la George Peabody Library di Baltimora, immensa biblioteca a piani. Qui sono conservati più di 300mila volumi, e a colpire sono anche i 6 ordini di imponenti colonne (oltre 61 metri di altezza), il pavimento in marmo bianco e la luminosità…

img_3999Non a caso, in questa biblioteca (che risale al 1857), tra l’altro, si organizzano anche feste e addirittura matrimoni…

Tra i testi raccolti, trova grande spazio la musica, ma non solo: dalla storia alla letteratura inglese e americana, passando per i classici latini e greci, senza dimenticare la scienza e la geografia, a Baltimora è raccolto il meglio del sapere umano.

Infomazioni
Indirizzo: 17 E Mt Vernon Pl, Baltimore, MD 21202
Orari:
Lunedì Chiuso
Martedì 09–17
Mercoledì 09–17
Giovedì 09–17
Venerdì 09–15
Sabato Chiuso
Domenica Chiuso

Rily

Annunci

Emozioni in giro per il mondo: Biblioteca di Malmö (Malmö stadsbibliotek)

 

Un milione di nuovi visitatori all’anno è una cifra difficile da immaginare: è come se buona parte della popolazione di Milano decidesse di recarsi in Svezia nello stesso anno a visitare la stessa biblioteca. Ma cosa può avere di così particolare la biblioteca cittadina di Malmö?

imageLa struttura originaria è del 1901, con delle successive modifiche avvenute nel 1997 e nel 1999; si presenta come un’architettura tripartita in volumi distinti, ma concettualmente collegati tra loro: a est il “Castello”, costruito nel 1901 come museo, divenuto poi biblioteca nel 1946; il “Calendario di Luce”, l’edificio a ovest, inaugurato nel 1997 e realizzato dall’architetto danese Henning Larsen; la struttura di raccordo dei due edifici, il “Cilindro”, è l’ingresso alla biblioteca e la sede dello sportello informativo e di un bar.

 

image

Al suo interno la biblioteca ha più di 600mila “media”: libri in circa 60 lingue, riviste e giornali da tutto il mondo, cd, film, videogiochi e i cosiddetti “libri parlanti”. Di cosa si tratta? No, non parliamo di “audio-libri”… Invece di consultare i tomi i lettori possono “prendere in prestito” una persona e porle delle domande; sì, avete letto bene. Ci sono coppie omosessuali sposate, un imam, donne musulmane che portano il velo, crossdressers, punk, animalisti, skinheads, ausiliari del traffico e molti altri che si rendono disponibili per incontri periodici (solitamente nel caffè della biblioteca) in cui intavolano discussione tematiche di 45 minuti con gli utenti della biblioteca (che devono prenotarsi). Una sfida ai pregiudizi in una città multi-culturale.

image

Indirizzo: Kung Oscars väg 11, Malmö, Svezia

Orari:

Lunedì 10–19
Martedì 10–19
Mercoledì 10–19
Giovedì 10–19
Venerdì 10–18
Sabato 11–17
Domenica 11–17

Rily

Emozioni in giro per il mondo: Tempio di Haeinsa

image

Il Tempio di Haeinsa è entrato a pieno titolo nel novero dei patrimoni dell’umanità UNESCO. Nella biblioteca di quello che è considerato uno dei tre templi-gioiello del buddhismo è conservato un tesoro d’inestimabile valore: il corpus di tavolette della Tripitaka Koreana: la collezione di oltre 80.000 tavolette in legno necessarie per la stampa delle Scritture buddiste. Un’opera squisita d’intaglio e la più completa raccolta del canone buddista ad oggi esistente, che risale alla prima metà del 1200.

image

I blocchi di stampa vennero ricavati da tronchi di betulla bianca e di magnolia argentea sottoposti a una lavorazione durata tre anni. Sui blocchi vennero intagliati, con incisioni che risultano ancora perfettamente leggibili, 52.382.960 caratteri cinesi.

Quella del Tempio di Haeinsa è una biblioteca notevole a livello mondiale anche per la propria struttura e location. Immerso nello spettacolo naturale offerto dal territorio monti Kayasan e Maehwasan, il complesso del tempio sembra fondersi alla perfezione con l’ambiente circostante. La biblioteca interessa il Janggyeong Panjeon, la struttura principale e più antica del complesso.

image

La perfetta conservazione delle tavolette di legno è anche imputabile ai numerosi espedienti utilizzati dai costruttori per evitare di esporre l’opera ai venti umidi, creando un sistema di ventilazione naturale. I pavimenti di argilla vennero cosparsi di sostanze che contribuiscono alla naturale deumidificazione degli ambienti. Il tetto d’argilla contribuisce a evitare repentini cambiamenti di temperatura.

image

Una curiosità: la struttura della biblioteca del Tempio di Haeinsa pare sia avvolta da un sortilegio. Per ragioni ignote, nonostante le numerose aperture, nelle sue sale non osa volare alcun insetto o uccello.

Informazioni

Indirizzo: 10 Chiin-ri, Gaya-myeon, Hapcheon-gun, Gyeongsangnam-do, Corea del Sud

Rily