Archivi

Recensione : L’UOMO (IM)PERFETTO DI Alessandra Migliozzi

Un romanzo brioso, ambientato in una New York magica e romantica, con un uomo (im)perfetto e una stagista (s)fortunata!

Titolo: L’uomo(im)perfetto
Autrice: Alessandra Migliozzi
Editore: Rizzoli
Collana: YouFeel RELOADED
Genere: Mood: Ironico
Ebook: si
Prezzo:€ 2,99
Data uscita : 26 Maggio 2016

Giulia, un metro e sessanta di energia e vitalità, gran sognatrice, è stagista in un’agenzia di viaggi. Loris è aitante e intelligente, ed è un suo collega di lavoro. La punzecchia continuamente, la irrita facendola bollire di rabbia. Poi, per via degli ottimi profitti, l’agenzia offre a Giulia l’occasione di realizzare il sogno di una vita e a Loris di chiudere con un doloroso passato: così, con disappunto di lei, i due partono insieme per un viaggio a New York City. Ma varie coincidenze e sfortunate circostanze trasformeranno la trasferta in un viaggio perfetto… o quasi!

Un romanzo brioso, ambientato in una New York magica e romantica, con un uomo (im)perfetto e una stagista (s)fortunata!

 

Recensore & progetto grafico : 

Fresco, dolce al punto giusto, grintoso e tosto.
Mi piacciono i romanzi così. Breve, forse, ma non è necessariamente un problema. Ci sono racconti che a volte vengono allungati a dismisura e poi ci sono quelle storie che non ne hanno bisogno.
In poche pagine abbiamo tutto: allegria, ironia, sarcasmo e anche dolore.
Il bello è proprio questo.

Sono poche quelle scrittrici che riescono a concentrare tutto così bene.
Questo racconto è una ventata di aria fresca, un vero toccasana per lo spirito e per la mente.
I personaggi sono VERI, anche la storia in sé è reale a 360 gradi e questo ci piace tanto, anche perché si legge sempre di denaro e di ricchezze.

Qui no!
Qui si tira a fine mese, ed è bello proprio per quello.

Madri ossessive che tendono a tutti i costi di accoppiare le figlie, fratelli maschilisti che si nascondono dietro la mentalità del sud (che poi, parliamoci chiaro non è solo del sud), l’amore che fa male e che delude, gli errori di valutazione, i continui paragoni fastidiosi e tutto quello che capita a noi poveri esseri umani in genere.

Vero, reale, sincero! Bello!
Mi sono divertita a leggere questo libro perché è uno stralcio di quotidianità, potrebbe essere tranquillamente una storia reale, sia per i personaggi che per le ambientazioni e questo ci piace perché ci fa rapportare col vero.
BRAVA ALESSANDRA!

Voto :

Editing : 

 

Recensione : Non smettere di baciarmi di Ylenia Luciani

Titolo: Non smettere di baciarmi
Autore: Ylenia Luciani
Genere : Romance
Casa Editrice : Emma Books
Collana: Love
Formato: L
Prezzo: €4,99 – in tutte le librerie digitali

Data pubblicazione : 31 Maggio 2017

Quando Allyson Parker aveva iniziato a lavorare alla Walker Costruzioni, non poteva immaginare che avrebbe conquistato il cuore di un uomo algido e dal passato torbido come quello di Daniel Walker.

E tutto grazie alla magia di un bacio.

A distanza di anni, la loro storia d’amore sembra andare a gonfie vele, immersa in un mondo di passione e promesse d’amore eterno…

Tra loro però qualcosa è rimasto in sospeso e ora un tarlo si insinua nelle loro esistenze rischiando di minare le loro certezze e il loro futuro.

 

Amore, amicizia, lavoro… niente sembra essere più come prima, tutti gli equilibri iniziano a vacillare e anche le promesse stesse sembrano infrangersi davanti all’ipotesi di un tradimento… Ma è davvero così?

 

Recensore & Progetto grafico:

 

“e poi ti amo e poi ti odio e poi ti amo… sei grande grande, come te, sei grande solamente tu”
Inizio così in modo atipico questa mia recensione e, prima di tutto, devo dirlo, ho stalkerato Ylenia oltre misura, al limite della denuncia, ma lei è brava e mi ha sopportato.
Detto questo facciamo un passo indietro. Ho recensito sempre per Emozioni il primo volume “Non chiedermi di baciarmi” ed è stato amore e lo sapete.
Oggi sono qui per parlarvi del sequel, “Non smettere di baciarmi”, e signori e signore, ladies and gentlemen: BOOOOM, un altro colpo di fulmine. Siamo abituate ai fuochi d’artificio tra Daniel e Ally, ma niente può prepararci a quello che dovranno affrontare questi due! Qui c’è una scia di sangue, sudore e lacrime. Direi tanto sangue, tanto sudore e tantissime lacrime.

Per la serie: “a volte ritornano”, siamo costrette a sopportare quell’arpia di Scarlet, che stavolta non è sola… Dramma, dramma, dramma… Ma quei due sono una forza della natura. Sono belli e pazzeschi!
Ora a tenere banco è l’altra coppia: Hansen, quel gran bel pezzo di manzo nordico, e la magnifica Molly, colei che guarda il mondo con ironia in abbondanza… e io LI AMO!

Sono bellissimi, divertenti, la coppia perfetta, solare, vera e atipica come piace a me. Hanno un modo tutto loro di vivere un rapporto particolare e il modo in cui affrontano il “passato” è unico, sopra le righe, proprio come loro e la loro storia. E l’epilogo, quello sì mi ha fatto morire dal ridere.


Diciamocelo chiaro, l’inca*****ra furente c’è, eccome se c’è, roba da prendere l’e-reader e scagliarlo di prepotenza contro il muro. Io dico: non bastava la scia di sangue, pure questo, oltre al danno la beffa. Eh, no, così non si fa, e vai con una sorsata di Maalox , facciamo due, va bene, scoliamoci l’intera bottiglia come fosse acqua fresca… Grazie Ylenia!
Ylenia non delude. Questa ragazza è pazzesca: non solo sa scrivere ma sa trasmettere emozioni.

 

Ti trasmette le emozioni che provano i protagonisti che sembrano vivi attraverso le sue parole e le gesta di Daniel, Ally, Hansen e Molly. Ricco di colpi di scena, di attacchi di panico (i miei!), di rabbia (sempre la mia!). Ylenia è sadica, sadica fino al midollo (la quantità di Maalox ingerito ne è la prova) ma è fantastica. Io la adoro e lei lo sa…

Mi ha fatto sognare anche stavolta, mi ha fatto trepidare e mi ha tolto un’altra notte di sonno e siamo già a due!!!

Ma confesso: sono due notti insonni ben spese.
Non è facile legare romanticismo e ironia ma Ylenia ci riesce perfettamente.

Sa mescolare intrighi, amore, gelosia, litigate furibonde e riconciliazioni appassionate in un mix spettacolare.
Che dire: Ylenia sei un mito e io ti adoro (anche se lo avevo già scritto)!

 

 

Voto: 

Editing : 

Recensione : Dark Secrets di Daria Torresan & Brunilda Begaj

Titolo: Dark secrets
Autrice: Daria Torresan & Brunilda Begaj
Casa Editrice: Self published
Serie : The Justice series vol.1
Genere: Romance erotico
Formato : ebook
Prezzo: 0.99 €
Pubblicazione: 7 aprile 2017

 

Ognuno è artefice del proprio destino. Niente di più falso. Perché Hope Mitchell il suo destino non se l’è scelto. E’ rimasta intrappolata in quel passato dove suo padre ha fatto l’errore di allearsi con persone molto pericolose, che non ci hanno pensato due volte a farlo fuori, quando ha provato a tirarsi indietro. Sono passati quindici anni da quel giorno ed ora Hope è una donna, lavora nell’officina di suo nonno, guida auto di grossa cilindrata, ed è bellissima. Eppure continua a condurre la sua vita con la consapevolezza che non deve mai abbassare la guardia, che non si è mai abbastanza al sicuro, perché il male può celarsi dovunque e ci vuole davvero poco a farsi sorprendere impreparati. Ha innalzato una corazza intorno al suo cuore. Ha già sofferto troppo, perché rischiare ancora? Ma non ha messo in conto l’arrivo, nella sua vita, di Rhys Moore. Lui è dannatamente bello, profumatamente ricco. E vuole lei. A qualsiasi costo. Il destino li ha messi sulla stessa strada. Ma proprio quando Hope sembra pronta ad abbassare le difese, il passato torna a cercarla. E il suo vuole qualcosa che ha solo lei. Qualcosa che è ignara di custodire. Ed è disposto a tutto pur di ottenerla. Eppure Hope doveva sapere che, per quanto si scappi, per quanto si corra veloce, il passato riesce sempre a raggiungerci. Ogni certezza cadrà, ogni tassello troverà il suo posto nel puzzle. Ma le ferite del cuore, quelle profonde, non si rimargineranno mai.

Recensore : 

Ciao a tutti,
oggi voglio farvi conoscere il libro di Daria Torresan e Brunilda Begaj, due ragazze fantastiche che ho avuto modo di conoscere, sia grazie alla lettura che di persona. Ora vi parlerò di Dark Secret, il primo libro di una serie scritta a quattro mani.
Partiamo dai personaggi: Hope è una giovane donna di ventitré anni con la passione dei motori, svolge un lavoro molto particolare con il nonno Abe, è indipendente, ma con un passato difficile da dimenticare.
Rhys è un trentenne, bello, ricco, con la passione delle donne e dei motori, una famiglia ricca e potente con la quale lui non ha voluto immischiarsi in affari, costruendosi una sua azienda di Software.
I due si incontrano per caso e la scintilla scocca in un secondo. I due non riescono a capire questa attrazione che hanno l’uno verso l’altra, che li porta ad avvicinarsi e allontanarsi ad ogni occasione.
Rhys cerca di conquistarla, ma la corazza che si è costruita attorno Hope è difficile da scalfire, perché essendo dovuta crescere in fretta a cause della perdita di persone che ha amato, lasciandole solo il nonno ed Alek, non si fida di nessuno.Alek è un poliziotto, nonché migliore amico di Hope. Si vogliono bene come fratelli, si conoscono da quando lei era una bambina. Anche lui è andato via con loro quando, come Hope, ha perso le persone a lui care. Abe, il nonno paterno di Hope, li porta così via dall’Italia per salvar loro la vita, ma si sa che i fantasmi del passato ritornano sempre, quindi i ragazzi si ritroveranno a lottare per la loro vita, ma con loro ci sarà anche Rhys, che per Hope farebbe qualsiasi cosa.
Hope conosce Sheryl, e negli anni diventano amiche al punto da fidarsi e raccontarle tutto il suo passato, purtroppo però la vita non è mai come si vorrebbe.

Sheryl nonostante ami sia Hope che Alek dovrà occuparsi di proteggere il fratello minore da chi lo minaccia.
Ma ritorniamo sulla nostra coppia, Rhys con molto lavoro riesce a far breccia nel cuore e corazza di Hope, ma inizieranno anche i guai, i litigi, il sesso, i pianti e scoperte che sono a dir poco scoccianti.

Hope si ritrova nel mirino di farabutti che, per ottenere quello che vogliono, fanno cose indegne. Alek e Rhys cercheranno di aiutarla, ma lei rifiuterà, sentendosi ingannata.
Posso dire che alcuni capitoli sono stati scioccanti, perché mi aspettavo determinati comportamenti da parte di alcuni personaggi.

 

Certi capitoli sono pieni di amore e passione, ed altri pieni di angoscia. Daria e Brunilda sono state brave a mischiare questi aspetti, mi sono ritrovata spesso con gli occhi a cuore e subito dopo incazzata per altri avvenimenti, una delle particolarità che tra l’altro mi è piaciuta molto è stata quella di trovare una ragazza che svolgeva un lavoro maschile, e lo svolgeva pure bene.
Comunque ragazze siete state brave, posso dirvi che il vostro libro mi è piaciuto molto.

Voto : 

Progetto grafico : 

Editing : 

Recensione : Secrets – l’agenzia di Lucrezia P.Bragarossa

Titolo: Secrets – l’agenzia
Autore: Lucrezia P.Bragarossa
Genere : Romance Erotico / BDSM
Casa editrice: Self-publishing
Formato: e-book – cartaceo
Prezzo : € 1.99 e-book / € 9.90 cartaceo
Data di pubblicazione: 29 Luglio 2016

Maya, giovane insegnante di letteratura a Londra e fidanzata da sette anni con Jason, avvocato molto sicuro di sé, ha da poco deciso di dare uno scossone alla propria vita ormai scivolata in una noiosissima routine. Stanca di soffocare la propria carica erotica, dopo essere venuta a conoscenza dell’esistenza della Secrets, nota agenzia londinese di escort, decide di entrare a farne parte in maniera anonima. Convinta che affinando le proprie arti amatorie e togliendosi qualche sfizio potrà dare nuova linfa ad un amore di cui è ancora certa, si lascia tentare e intrattenere al telefono da sconosciuti.
È però alla festa organizzata dallo studio per cui Jason lavora che sarà testimone di qualcosa che farà crollare la sola certezza che le rimaneva. Sostenuta dalle uniche due persone di cui può ancora fidarsi, le sue migliori amiche, Maya passerà attraverso un momento di sperimentazione prima di prendere la decisione che cambierà la sua vita: entrare a far parte della sezione attiva dell’agenzia.
Un appuntamento finito male, un viaggio per rimettere insieme i pezzi e l’incontro con l’uomo che sembra avere in mano i fili del suo destino.
Potrà Maya fidarsi davvero di un uomo così potente e dei suoi traffici? Cosa sceglierà una volta giunta al bivio? Basterà l’attrazione viscerale che prova nei suoi confronti?

Recensore : 

Ciao, oggi vi parlo del libro Secret: l’agenzia di Lucrezia Porter Bragarossa, il primo libro di una duologia.
La nostra protagonista, Maya, è un’insegnante annoiata dalla sua vita e dal suo rapporto con Jason, il fidanzato con cui convive da quattro anni, un uomo di successo che per far carriera la trascura.
Maya è stufa di come vanno le cose e decide di iscriversi ad una linea erotica per la quale lavora, allo scopo di racimolare un po’ di denaro, dato il misero stipendio da insegnante. Utilizzando questa linea conosce telefonicamente Marcel, che la chiama spesso per sentire la sua voce. Quest’ultimo riuscirà a trovarla, ad elettrizzarla, a usarla, ma lui la vuole per sé.
Maya e Jason sono prossimi al matrimonio ma presto lei viene a conoscenza di segreti del suo fidanzato e questo cambia il suo futuro e il suo mondo, perché decide di mettersi in gioco, passando dal lavoro alla linea on-line a quello di escort per la stessa agenzia, che la tira a lucido per il primo incontro dove trova… questo non ve lo dico, ma è molto scioccante.
Dopo la brutta sorpresa Maya decide di mollare tutto e partire per l’Italia dove troverà il suo uomo misterioso ad aspettarla, che le permetterà di scegliere il suo futuro.
Il libro è scritto molto bene. Spero che nel secondo ci siano aspetti e scene che in questo non c’erano perché mi sembra fin troppo facile che il suo ex esca di scena cosi, ma non vi aggiungerò altro. Ho trovato molto ambigua una delle sue amiche, ma questo ci può stare. Le scene hot sono scritte bene e non sono affatto volgari. Attendo il secondo e speriamo arrivi presto. Il primo ha un finale aperto e sono curiosa di sapere come va a finire.

Voto: 

Editing : 

Recensione : La sposa imperfetta di Giulia Beyman

 

Titolo: La sposa imperfetta
Autore: Giulia Beyman
Editore: iEffe – Independently Published
Pagine: 250 circa
Genere: mystery, thriller
Formati: ebook e cartaceo
Prezzo: 3,99 € (ebook), 11 € (cartaceo)
Data di pubblicazione: 11 aprile 2017
Link per l’acquisto:
Amazon: https://www.amazon.it/sposaimperfetta-Nora-Cooper-ebook/dp/B06XQ3WZ13/
Kobo: https://www.kobo.com/it/it/ebook/lasposa-imperfetta

Zoe Cartwright è una giovane e bellissima donna che ha appena sposato Robert Gray, un famoso
neurochirurgo, amico di vecchia data di Nora Cooper.
I due novelli sposi hanno deciso di trascorrere un’estate romantica a Martha’s Vineyard ed è
Nora, con la sua agenzia immobiliare, ad aiutarli a scegliere il cottage dei loro sogni.
Tutto sembrerebbe perfetto, ma la verità è che Zoe è stata trovata in fin di vita, otto mesi prima,
in un luogo impervio delle Camden Hills, nel Maine, e da allora non ricorda più niente del suo
passato.
Perché nessuno, in tutti quei mesi, ha sentito il bisogno di denunciare la sua scomparsa?
Quale terribile verità si nasconde nella vita che non riesce a ricordare?
Zoe farebbe qualsiasi cosa per trovare una risposta a quelle domande che la assillano.
Non sa che il suo passato – e l’uomo che ha tentato di ucciderla – stanno tornando a cercarla.

Attenzione: Come tutti gli altri libri della serie dedicata a Nora Cooper, anche questo romanzo è autoconclusivo.

Recensore :

È il primo romanzo che leggo di questa autrice. Ne ho sempre sentito parlare benissimo, così, benché i thriller non siano proprio il mio genere, ho voluto provare e non ne sono rimasta delusa, tutt’altro, mi ha piacevolmente sorpresa.
I romanzi di Giulia Beyman sono parte di una serie con protagonista Nora, un’agente immobiliare con doti un po’ insolite. Ha la capacità di comunicare con gli spiriti. Questo suo dono la porta spesso a contatto con situazioni un po’ infelici: la morte di qualcuno. Ma proprio attraverso questo suo piccolo segreto gli spiriti che hanno subito un torto troveranno la loro pace e la giustizia che meritano.
La scrittura di Giulia è scorrevole, attenta, minuziosa, senza risultare pesante, capace di lasciare il lettore prigioniero delle sue pagine in un crescendo di pathos strabiliante. La storia di Zoe Cartwright ne è una prova.
Robert, caro vecchio amico di Nora si presenta con la sua nuova sposa. Una bellissima ragazza dallo sguardo triste e l’anima in tormento. Nora riesce a percepirlo al primo sguardo. Cosa lacera lo spirito di quella ragazza? Chi è veramente? Cosa la porta lì e perché?
Nemmeno la stessa Zoe è in grado di rispondere a queste domande perché, in seguito a un terribile incidente in cui qualcuno ha attentato alla sua vita, ha perso la memoria. Ma l’incipit del romanzo lancia un’esca che attrae il lettore e lo mantiene in tensione fino alla fine.

“Abbassando lo sguardo, la vide. A terra, a un paio di passi dalla macchina. Aveva il viso deformato da una smorfia e gli occhi spalancati sul vuoto. «Ma cosa…?!» Elizabeth non fece in tempo a gridare perché la mano che le coprì la bocca glielo impedì. La pressione era così forte che quasi non riusciva a respirare. «Pensavi che potesse esserci un posto in cui non ti avrei trovata? Avrei dovuto farlo anni fa. Ora, però, è arrivato il momento di rimediare al mio errore.» Una voce bassa, roca, malvagia. Una voce che non poteva non riconoscere. L’incubo delle sue notti insonni era lì, a un passo da lei. Elizabeth avrebbe voluto pregarlo di risparmiarla. Non dirò niente a nessuno. Ti prego… Ma la mano premeva forte e lei non riusciva a parlare. Tentò inutilmente di divincolarsi. Ti prego, ti prego, ti prego… Nessuno saprà mai niente… Era solo una supplica silenziosa, e non bastò. Elizabeth intravide il bagliore della lama un attimo prima che si abbattesse su di lei.”

Che ruolo ha, veramente, in questa storia il suo amico Robert? E per quale motivo la sua sposina, che dovrebbe sprizzare di gioia per il recente matrimonio con l’uomo che l’ha salvata dall’oscurità, ora ne ha paura e cerca di fuggire?
Non risponderò alle vostre domande, ovviamente, sappiate solo che ogni volta che crederete di aver capito… non l’avrete fatto!
Sarà Nora, con il suo spirito investigativo innato a trovare tutte le tessere del puzzle. Piccolo pezzo, per pezzo.
Leggete La sposa imperfetta. Ve lo consiglio!

Voto : 

Editing: 

Recensione : Un battito di ciglia di Laura Fioretti

Titolo: Un battito di ciglia
Autore: Laura Fioretti
Editore: Emma Books
Collana: LOVE
Formato: M
Data uscita : 15 Marzo 217
Prezzo: €2,99 – in tutte le librerie digitali

Durante la presentazione del suo ultimo romanzo, Lola Tarsi, famosa autrice di romanzi gialli, incontra Paolo Crisci, l’affascinante fratello del suo editore.

Tra i due scatta subito un’attrazione fatale.

Lola però è una donna sposata, anche se il suo matrimonio è in crisi, e vive da anni nascosta dietro una corazza che la protegge da qualunque emozione. Cedere al turbamento che si è impossessato di lei è quindi fuori discussione.

Paolo però non demorde, e la possibilità di provare sentimenti i dimenticati per Lola è una tentazione troppo forte per essere ignorata…

Recensore & Progetto grafico

 

Le nostre scrittrici sono patrimonio dell’umanità.
Inizio così, sì, voglio iniziare così, perché ultimamente sto leggendo delle vere e proprie bombe nostrane. Rientra in questa categoria “Un battito di ciglia” di Laura Fioretti.
Un libro diverso, politicamente scorretto (se mi passate il termine), sì perché qui c’è tutto, tutto concentrato in neanche 200 pagine di meravigliosa italianità.
Ci cono una lei e un lui ma non il classico sole, cuore, amore, c’è cinismo, oh sì, tanto cinismo; c’è ironia e sapete che mi piace; c’è logica e passione e sotto sotto c’è anche amore, forse quello di cui tutte abbiamo paura, quello dettato dall’abitudine, quello scontato, quello che purtroppo non ha più nulla da dire.
I personaggi ci sono e sono ben descritti, la cosa che mi è piaciuta più di tutte è il fatto che sono stati descritti i caratteri, le personalità dei protagonisti.
Lola, una donna forte, intelligente, affermata, caparbia, solare e sincera, ma allo stesso tempo fragile disillusa e infelice. Paolo, un cinquantenne che sa quello che vuole, sicuro di sé, affascinante, che si fa incantare da Lola per la sua forza. Simona, l’amica di Lola, diciamocelo, è l’amica che tutte vorremmo. Martina, che non ho sopportato fin dal primo minuto, la classica donna frustrata come ce ne sono tante. Andrea, il marito di Lola, uomo assente, egoista e anche un po’ ottuso, avvocato di successo ma che non condivide la carriera della moglie.
Un libro reale e ben descritto, molto piacevole, che scorre via pagina dopo pagina.

Un libro che ti rimane dentro per le tematiche sempre molto attuali e messe nere su bianco sotto forma di romanzo che potrebbe essere uno spaccato di vita reale, anche perché la scrittura lo rende reale.

Non possiamo che rimanere incantati da questo romanzo, in cui desiderio e realtà si mischiano, in cui la passione si vive. Un libro che trasmette quell’alchimia che lega i protagonisti e che ti fa percepire quell’elettricità unica che solo la passione crea.
Con una fine che non ti aspetti o che ti aspetti, un finale giusto o sbagliato, e chi può dirlo.

 

Sta a noi decidere se può piacere o meno. Io vi dico che, per come l’ho vissuto, é un finale azzeccato, anzi perfetto.
Complimenti Laura!

Voto : 

 

Editing :

Recensione : Gabriel di Francesca Pace

Titolo: Gabriel
Serie: The hybrid’s legacy saga #2
Autore: Francesca Pace
Editore: Dark Zone 
Pagine: 460
Ebook: € 2,99
Cartaceo: € 14,90
Data di pubblicazione: 1 maggio 2014

Il secondo capitolo della saga “THE HYBRID’S LEGACY SAGA”, scritta da Francesca pace, ci traghetta in un’atmosfera dark, sanguinaria e voluttuosa.

Scozia, 1495. Gabriel e Andrew sono gli ultimi discendenti di una famiglia nobiliare ormai in decadenza. Viziato e superficiale, Gabriel conosce fin troppo presto i dolori che l’esistenza umana porta con sé. Attraverso la sofferenza e la morte impara la caducità della vita e la fragilità dei sentimenti. Tra bordelli lascivi e duelli spietati, Gabriel sceglierà le tenebre e l’oscurità dell’immortalità in un’atmosfera dark, sanguinaria e voluttuosa. Sceglierà di diventare un vampiro, trascinando nel mondo di tenebra il fratello Andrew. Sangue e morte diventano le compagne di un’esistenza vissuta nell’inconsapevolezza e nell’ignoranza di ciò che il mondo magico ha scritto per lui. Un misterioso sigillo impresso sulla sua spalla è l’unico residuo del destino che ha rifiutato. Rifiutato dalla luce e dalle ombre Gabriel dovrà cercare il suo cammino, su sentieri mai percorsi prima.

Recensore : 

Ciao a tutti oggi parliamo del secondo libro di Francesca Pace, Gabriel. Il sigillo della tredicesima luna.

Gabriel racconta a Emma della sua vita passata da umano, di suo fratello Andrew, della loro trasformazione, di come fossero diversi caratterialmente.
Avevano tredici anni Andrew e tre Grabriel quando persero i genitori. Si ritrovarono a crescere con il nonno, ma fu Andrew a prendersi cura del fratello, tenendolo sempre d’occhio e togliendolo dai guai.
I due fratelli erano molto diversi: Andrew avevo un animo puro, ricco di bontà. Gabriel era considerato alla stregua di un barbaro senza la minima creanza, vivendo di dissolutezza.
Anche in questa storia si incontrano streghe e vampiri, come Meredith cresciuta nella loro casa e introdotta dalla madre dei ragazzi nella magia, da Danielle vampira con un animo scuro che vuole i fratelli a tutti i costi.
I fratelli vengono trasformati da Danielle. Andrew contro la sua volontà, mentre Gabriel fu lui stesso a chiederlo per diventare invincibile.

 

Questo costò caro ai fratelli, che iniziarono ad avere problemi per il comportamento del più giovane che non voleva ascoltarlo, invece seguiva Danielle, ovunque uccidendo per il gusto di farlo.
Nella loro lunga esistenza si ritrovano a dover viaggiare e andare in luoghi come la Scozia, Praga, San Pietroburgo e Roma, dove conoscerà la madre della discendete, la prescelta, che insieme a Gabriel avrà un ruolo importante per la lotta tra il bene e il male.
Gabriel racconta a Emma tutta la storia sua e di suo fratello, dei loro ruoli in tutta questa storia, di come Martha e Dimitri, gli amici più cari di Emma, facciano parte del passato di Gabriel e dei suoi genitori, di come Serena, la sua più cara amica, sia entrata nella sua vita per proteggerla e restarle accanto. Di come in tutti quei secoli la lotta non sia mai finita, dell’affetto che lo legava a suo fratello e alla sua compagna. Dell’amicizia sincera con le streghe che sono entrate a far parte di questa storia fantastica e di come Dimitri assomigliasse molto a suo fratello e grazie a lui ha ritrovato la via giusta per non perdersi nell’oscurità in cui Danielle lo gettava a causa di un sortilegio. Racconta di vendette, amori, sotterfugi e inganni.
Direi che Francesca è stata brava anche questa volta, al confronto di Emma che è un libro ambientato in età moderna, in questo l’uso dei termini è stato azzeccato visto che è ambientato in un’altra epoca storica.
Ci sentiamo presto con il terzo che non vedo l’ora di leggere per sapere cosa si inventerà Danielle.

Voto:

Progetto grafico :

Editing :