Archivi

Blogtour + Giveaway : Schegge di ricordi di Monica Lombardi

UN TRIO CHE NON SCHERZA

Manca poco al 18 luglio: Monica Lombardi sta per tornare con Schegge di ricordi, un thriller psicologico che riprende la storia di Schegge di verità dove l’avevamo lasciata.
Tornano dunque Giulia e Livia, tornano Andrea Ranieri e la sensitiva Ilaria Benni, e tornano anche i due poliziotti che avevano lottato per la salvezza e la sicurezza delle due amiche rapite: il commissario Emilio Arco e il suo vice, il napoletano Nicola Esposito.
Non contenta di una simile carrellata di personaggi, Monica ci promette alcune new entry, tra cui quello che, a giudicare dalla trama almeno, appare come il protagonista maschile dell’intera storia: il suo nome è Claudio Sereni, è un collega di Arco, quindi anche lui commissario a Como.

I lettori più attenti forse se lo ricorderanno: nel primo romanzo, Emilio Arco accennava al collega che era stato messo fuori gioco da un incidente d’auto – “un insolito incidente di cui non ha memoria”, così recita la sinossi del romanzo.
Le indagini di Schegge di ricordi potranno dunque contare su ben tre poliziotti, uno schieramento invidiabile contro… noi non vediamo l’ora di scoprirlo!

Per questo Blog Tour, Monica ci regala alcuni succulenti estratti in cui possiamo scoprire qualcosa su questi tre uomini, profondamente diversi tra loro. Buona lettura!

OCCHIO ALL’OCCASIONE! Se non avete ancora letto Schegge di verità, tutti i clienti Prime di Amazon possono acquistarlo ancora oggi, 11 luglio, a un prezzo scontatissimo, sia in e-book che in cartaceo!

Da Schegge di ricordi : 

Cit: 

Ilaria si voltò verso il mobiletto alle sue spalle, ne tirò fuori due tazzine con relativi piattini, li appoggiò sulla superficie di marmo grigio chiaro.
«Emilio ti ha raccontato come funziona?»
«Non nei dettagli» ammise Claudio.
Tornò a guardarlo.
Aveva occhi grandi, verdi con tracce di marrone, e capelli molto scuri.
«Io sento la paura, solo quella» spiegò.

«Questo significa che percepisco spesso le vittime, raramente i criminali. Da quando hanno ritrovato Livia non ho più sentito niente» concluse, avvicinandosi di nuovo al fornello per sollevare il coperchio della moka e controllare il caffè che stava salendo.

Claudio estrasse il suo bigliettino dalla tasca e lo appoggiò sul tavolo.
«Se ti capitasse, me lo farai sapere?»
Nel silenzio che seguì sentirono la porta sul retro aprirsi e dei passi di uomo e di animale sul parquet.
Nico Esposito apparve sulla soglia della cucina con Drago al suo fianco.
Le due guardie del corpo di Ilaria Benni.

 

 

Cit:

Si intendevano bene, lui ed Emilio. Guidavano le rispettive squadre in modo molto simile ed era già capitato che lavorassero in stretta collaborazione a qualche caso.

Quando era arrivato da Torino, Claudio lo aveva sottovalutato.C’era qualcosa, nello sguardo, nell’aspetto del commissario Arco, che lo faceva apparire innocuo e disorganizzato.

Niente di più falso. Era un ottimo investigatore e, quando si metteva qualcosa in testa, non lo fermava nessuno. 

Cit:

Livia si strinse la giacca addosso, cercando invano di tenere lontano il freddo.
Sereni, un cognome che faceva a pugni con la sua faccia. Sembrava incazzato, più che sereno, e il suo sguardo le aveva dato l’impressione di cogliere ogni suo minimo battito di ciglia. Era stato difficile sfuggire a quello sguardo, era stato ancora più difficile incontrarlo e sostenerlo.
Ma ce l’aveva fatta, un punto per lei! Si era sentita minacciata da quell’uomo alto e massiccio, però non si era rintanata in un angolo. L’aveva messo alla porta in fretta, quello sì. Colpa sua: la prossima volta magari avrebbe chiamato, prima di presentarsi.
Doveva pensare a cosa dirgli. Doveva pensare a qualcosa che lo facesse sentire soddisfatto, senza che lei fosse costretta ad aprire porte che non voleva aprire. Forse avrebbe potuto parlargli dei fiori. Concentrarsi sul presente, senza tornare a voltarsi verso un passato di cui stava cercando disperatamente di fare terra bruciata.

<a class=”rcptr” href=”http://www.rafflecopter.com/rafl/display/a6634a1113/&#8221; rel=”nofollow” data-raflid=”a6634a1113″ data-theme=”classic” data-template=”” id=”rcwidget_agyqjgma”>a Rafflecopter giveaway</a>https://widget-prime.rafflecopter.com/launch.js

Annunci

Estrazione del giveway di natalizio: Schegge di verità Monica Lombardi

givelombardi

Eccoci tornati con Schegge di verità di Monica Lombardi  e con l’estrazione del vincitore!
Un ringraziamento a Monica Lombardi  che ha scelto il nostro blog per il giveaway del suo libro e un altro a chi ha partecipato.

screenshot-2016-12-09-16-50-58
E ora ecco il vincitore della copia cartacea del libro:

Nicoletta Marasca

 Congratulazioni!

Contattaci via mail per farci avere il tuo indirizzo per poterti spedire il libro.

Immagini dei partecipanti all’estrazione :

screenshot-2016-12-09-16-49-13

Immagine 2 :

screenshot-2016-12-09-16-49-37

Giveaway di Natale : Schegge di Verità di Monica Lombardi

Cover originale

Cover originale

Benvenuti su Emozioni fra le pagine per il  giveaway di Natale del nostro blog.

presentazionecornaredo3

Presentazione di Cornaredo

Abbiamo il piacere di ospitare Monica Lombardi che per l’occasione natalizia  mette in palio  una copia cartacea, con tanto di dedica per i lettori del blog, del suo ultimo libro pubblicato con AmazonPublishing ” Schegge di verità “.

Copia che ci è stata consegnata dalla scrittrice in occasione della presentazione del  libro nella biblioteca di Cornaredo.

Trama

 

 

Qualsiasi cosa per riaverla. Qualsiasi cosa per riaverle entrambe.

Due donne, due amiche, Giulia e Livia, rapite una sera di novembre mentre tornano dal cinema. Una delle due riesce a fuggire, ma non ricorda nulla, né del rapimento né del suo passato. Il suo aiuto potrebbe essere determinante per la polizia, se solo riuscisse a mettere insieme le schegge di verità che come lampi le attraversano la mente. Il volto che però vede nello specchio continua a esserle del tutto estraneo.

Le indagini possono dunque partire solo dal bosco, teatro della fuga, e dalla spessa nebbia che blocca la sua memoria. A guidarle è il commissario Emilio Arco, con l’aiuto di Ilaria Benni, una sensitiva in grado di percepire la paura delle persone, e di uno psichiatra, coinvolto per motivi che oltrepassano la sfera professionale.

Cit: 

Con quella fuga aveva firmato la sua condanna, a meno che non fosse riuscita a raggiungere la salvezza.
Una strada, un’auto, non riusciva a pensare oltre.
Ma era sufficiente. Dietro, morte. Davanti, vita.
E lei voleva vivere.

 

presentazionecornaredo

Monica Lombardi con Emozioni fra le pagine, Jewel Books Lovers e una lettrice Cosima d’Amato”. Foto by Gabry

 

CONDIZIONI GIVEAWAY

Partecipare è molto semplice:

1) Condividere l’evento su Facebook e/o Twitter.

2) Seguire la pagina Facebook dell’autrice : (https: ( https://www.facebook.com/Monica-Lombardi-346674595511713/?fref=ts)

3) Seguire la pagina Facebook di Emozioni tra le pagine (https://www.facebook.com/emozionifralepagine/?fref=ts) e il blog (https://emozionifralepagine.wordpress.com/)

Il giveaway inizia oggi 2 Dicembre e si concluderà venerdì 9 Dicembre.

Il vincitore verrà stabilito con un estrazione tramite il sito Random.org, al termine della quale noi di Emozioni fra le pagine comunicheremo il nome del vincitore. Lasciate un commento qui sotto con la vostra mail per informarvi in caso di vincita.

Vincitore Giveaway: Un studio in QI di Cristina Bruni

img_3530

Eccoci tornati con Uno studio in QI di Cristina Bruni e con l’estrazione del vincitore!
Un ringraziamento a Cristina Bruni che ha scelto il nostro blog per il giveaway del suo libro e un altro a chi ha partecipato.
E ora ecco il vincitore di una copia in ebook (mobi o pdf) del libro:

image

Luisa Elizabeth Bennet!
Congratulazioni! Passeremo la tua mail all’autrice che ti contatterà per farti avere l’ebook.

Giveaway: Uno studio in QI di Cristina Bruni

image

Benvenuti su Emozioni fra le pagine e a un nuovo giveaway del nostro blog.

Torna Cristina Bruni con un racconto m/m steampunk ispirato a Homes e Watson e per l’occasione mette in palio una copia ebook (mobi o pdf) per i lettori.

Trama

Era la primavera dell’anno 1889 del Nuovo Calendario Astronomico e Nuova Albione stava morendo. Soltanto poche coppie meritevoli con un Quoziente Intellettivo superiore alla media si sarebbero aggiudicate il diritto di salvezza e un passaggio verso la Nuova Terra.
Per Watson-John, ex medico militare con una passione segreta per l’oppio e gli uomini, tutto sembra perduto.
Fino a quando il detective Holmes-Sherlock non bussa alla sua porta.

CONDIZIONI GIVEAWAY

Partecipare è molto semplice:

1) Condividere l’evento su Facebook e/o Twitter.

2) Seguire la pagina Facebook dell’autrice (https://www.facebook.com/CristinaBruniAutrice/) e il suo blog (https://cristinabruniauthorblog.wordpress.com/)

3) Seguire la pagina Facebook di Emozioni tra le pagine (https://www.facebook.com/emozionifralepagine/?fref=ts) e il blog (https://emozionifralepagine.wordpress.com/)

Il giveaway inizia oggi 4 luglio e si concluderà venerdì 8 luglio. Il vincitore verrà stabilito con un estrazione tramite il sito Random.org, al termine della quale noi di Emozioni fra le pagine comunicheremo all’autrice il vincitore. Lasciate un commento qui sotto con la vostra mail per informarvi in caso di vincita.

Vi lasciamo qui sotto un estratto gentilmente concesso da Cristina Bruni: leggetelo e partecipate numerosi!

ESTRATTO:

“«Holmes-Sherlock?» ripeté John.

L’ispettore annuì, voltandosi poi a indicare l’uomo che, poco più in là, era intento a fumare la pipa e a osservare con aria assorta i moli deserti che occhieggiavano sulle acque scure e inquinate delle Docklands.

«Che il diavolo mi porti!» esclamò John a denti stretti.

L’uomo indicatogli da Lestrade aveva forse abbandonato i paramenti liturgici in favore di vesti più mondane (pantaloni alla zuava in velluto marrone con pinces e tasche laterali, cappotto di un paio di tonalità più scure chiuso da alamari neri sul davanti, stivali al ginocchio, bastone da passeggio, cilindro e, per finire, occhialoni con lente d’ingrandimento flottante annessa), ma si trattava fuor d’ogni dubbio della persona che si era presentata quel pomeriggio alla sua porta con il nome di padre Vernet.

«Quel grandissimo figlio di…» biascicò, dirigendosi a grandi passi verso di lui, con la stessa rabbia che avrebbe avuto un esemplare di taurus alaris davanti al quale fosse stato sventolato il più rosso dei drappi.

Si sentiva ingannato, quasi tradito da quell’uomo. Era innegabile che avessero condiviso ben poco, quel giorno, ma cionondimeno si sentiva preso in giro da quella recita. In quel mondo che stava così velocemente cadendo in pezzi, le parole di Vernet, i movimenti del suo corpo e lo sguardo nei suoi occhi gli erano parse le uniche cose sincere. Invece non avrebbe potuto essere più in errore.

«Lei, dico a lei!» continuò gesticolando, «Holmes, Vernet o quale accidenti sia il suo vero nome…»

Attirato da quelle parole concitate, Holmes-Sherlock si voltò verso di lui, sorrise e si portò la pipa alla bocca, liberando così le mani per abbassare l’elastico dei grandi e buffi occhiali, che presero a penzolargli davanti alla gola.

«Dottor Watson, è per me un vero piacere rive…» iniziò il detective, allungando amichevolmente la mano destra.

Ma ciò che ottenne in cambio fu un bel montante assestato in pieno mento. Holmes trasalì, appoggiandosi con una mano al muretto per evitare di ruzzolare vergognosamente a terra. La pipa, tuttavia, non fu altrettanto fortunata.

«Amico mio, il suo fisico è ancora quello massiccio e fiero di un soldato, me ne compiaccio!» fu il commento del moro, mentre si massaggiava il viso offeso.

«Chiariamo bene una cosa: non sono suo amico!» borbottò John, puntandogli il dito contro. Nonostante quel pomeriggio si fosse sentito attratto – ebbene sì – da quell’uomo, non aveva nulla da spartire con lui. Stop, fine. Kaput! «Ho rischiato di morire, per colpa sua!»

Perché diamine quel tale Holmes continuava a rimanere così calmo e pacato mentre lui invece… diamine, lui sentiva il sangue ribollirgli nelle vene davanti a tanto inganno!”

 

Blog tour: Le viaggiatrici d’inverno di S.M. May

TERZA TAPPA: RACCONTO “IL BUON SOLDATO”

image
Estratto
Il gelo aveva disegnato candide geometrie sul casco di Males.
In ginocchio, appostata a meno di due leghe alle sue spalle, Ju si sforzava di non farsi distrarre dai disegni che apparivano e sparivano sulla superficie della sua calotta protettiva.
Occorreva calma e concentrazione.
Piuttosto, il suo sguardo sarebbe dovuto rimanere puntato sullo spiazzo che si apriva davanti a loro, illuminato soltanto in parte dal faro di ricognizione, e sul profilo della collina di neve nera che lo sovrastava.
Tutto era ancora immobile, immobile come il turno prima, e come tre, quattro, persino dieci turni prima, e tutto dava l’impressione di non dover mai mutare.
Forse sarebbero rimasti lì per sempre, lei e Males, impegnati in un costante stato di allerta, solo per cercare di mantenersi in equilibrio sul manto gelido, sorvegliando i fiocchi che variavano la loro inclinazione nella tempesta, cercando di distinguere le diverse sfumature di azzurro e viola imprigionate nel ghiaccio.
Anche se entrambi sapevano che non sarebbe sempre andata così. Da là, proprio dalla sommità della collina, prima o poi sarebbero arrivati.

CODICE RAFFLECOPTER (cliccare sul link per partecipare al giveaway)

a Rafflecopter giveaway

PROSSIMA TAPPA DEL BLOG TOUR: 20 GIUGNO SU “INSAZIABILI LETTURE” image

Recensore

Ironlady

Oscurità.
Ecco cosa si percepisce. Sia chiaro, non è una cosa negativa, anzi, non è facile descrivere ambientazioni diverse ma far percepire ai lettori questo “stato d’animo”.
Sette racconti scritti in modo sublime, sette ambientazioni diverse, di racconto in racconto questo libro scivola via e al termine fai i conti con la storia che ti è piaciuta di più e quella che ti è piaciuta di meno.
image

Le ambientazioni sono una diversa dall’altra, passi da un treno in un’epoca non meglio precisata a viaggi interplanetari in un batter ciglio, da lande desolate e ghiacciate alla luce e agli sfarzi di un matrimonio. Personaggi diversi e affascinati, alcuni arroganti, altri piacevoli, malinconici e disillusi, ma tutti ricchi di storie anche non raccontate, creature misteriose e affascinanti ben raccontate.
Questi cambi di scena dei diversi racconti non ti destabilizzano, anzi, sono una ventata di aria fresca che ti colpiscono e ti sorprendono come in una giornata afosa.
Vivi intensamente ogni ambientazione, si percepisce la passione attraverso le parole; si capisce che l’autrice si è divertita nello scrivere questo libro e si percepisce l’impegno e la ricercatezza nei particolari.
Come ho detto in precedenza, ci sono racconti che si apprezzano di più e altri meno. Chi può dire cosa si cela dentro una donna seduta in un vagone di un treno con delle braccia tanto esili da far pensare a un soldato, ma ingenua e delicata. Cosa pensa e prova un soldato quando un suo commilitone inizia a pensare con la sua testa e a vedere gli angeli sotto un’altra luce? Una donna che non ubbidisce al marito, sull’unico ordine ricevuto, cosa vedrà oltre il malessere del suo stato d’animo?

image

L’universo è infinito e bisogna essere degli ottimi comandanti ed Eva lo sa, ma il suo “essere donna” purtroppo la penalizza agli occhi di molti, ma non di tutti perché non tutti gli uomini sono ottusi, e un nuovo mondo vuol dire un nuovo inizio. Cosa siamo? La nostra natura, il nostro io, nascosto o dormiente che sia. L’amore a volte va oltre gli obblighi, va oltre il sesso, va oltre le apparenze. L’amore segue il suo corso, costi quel che costi, ed è giusto così. Un mondo oscuro, eletti che detengono la conoscenza, ma a che pro? Per nascondere la verità e tenere gli adepti in una cieca ignoranza per indottrinarli a scopi egoistici, ma la verità viene sempre fuori, e sta a noi coglierla.
Domande che hanno una risposta, a volte strana, o che non ti aspetti, o insensata e ingiusta, o a volte giusta, ma tutto ha un senso in un lungo viaggio chiamato Inverno.

Voto

3 stelle

Editing

Lady Kant.jpg

BlogTour FREE: Recensione Stardust -L’Inizio di Monica Lombardi

Buongiorno Emozioni far le pagine vi da il  benvenuto alla 2^ tappa del BlogTour dedicato all’uscita di FREE, primo romanzo della serie STARDUST di Monica Lombardi.

 

stardust200300

Titolo: Stardust-L’inizio
Autore: Monica Lombardi
Serie: Stardust
Casa Editrice: Emma Books
Collana :Shadow
Genere: Romantic Sci-fi
Formato: ebook (epub)
Prezzo: gratuito
Data d’uscita: 04 Febbraio 2016

Trama

“Ho sempre difeso la libertà di un autore di viaggiare nello spazio, oltrepassando i confini del paese dove vive. Ho sempre visto tanti autori viaggiare nel tempo, all’indietro soprattutto. Ora vi invito a partire per un nuovo  viaggio insieme a me, a scoprire un nuovo mondo: il mondo dei Raven e degli Hawk, un mondo che vive nel nostro presente ma che parte, per quanto strano possa sembrare, dal futuro. Il sipario si alza su questo nuovo mondo e una ragazza ci viene incontro per accoglierci. Per raccontarci la sua storia. La conoscerete bambina, una bambina davvero straordinaria.  Lascio la parola a Dana, figlia di Rave. La miglior guida che potessimo sperare di avere.” – Monica Lombardi

Recensore:

ziza sabri

“L’Inizio”, questo è il titolo del racconto breve con cui Monica Lombardi ci accompagna nella sua nuova serie intitolata Stardust.
Per questa nuova avventura l’autrice lascia da una parte l’atmosfere romantic suspense del GD Team e ci porta in un mondo completamente diverso.

stardust 1

 

Cambiamenti climatici, inquinamento e criminalità nel corso del tempo influenzano il comportamento delle persone portando il genere umano a dividersi in due razze diversissime tra loro: i Mepow che vivono in città supertecnologiche e i Phys che preferiscono il contatto con la natura più selvaggia al caos, sfuggendo dalla civiltà.
Questo è un piccolo assaggio di cosa ci aspetta nella Nuova Era e dall’incontro tra Syrus, Nathan, Malik e Leyla.stardust 3

 

Non aggiungo nulla della trama per non inciampare in qualche spoiler e togliere il piacere della lettura a chi ancora non lo ha fatto. Trovo incredibile come in poche pagine l’autrice sia riuscita a catturare la mia attenzione con una trama intrigante e personaggi interessanti e con un genere completamente diverso da quello con il quale l’avevo conosciuta. Un nuovo modo per proporsi e mettersi alla prova mantenendo intatto lo stile che la caratterizza e che io amo molto.
Questo prequel è veramente una delizia e mi ha affascinato da subito, tanto che il mio primo pensiero è stato: se questo è “l’Inizio” non oso immaginare il seguito.
Sto aspettando Free… Non vedo l’ora!!!

Voto :

5 stelle

 

Editing:

Lady Kant.jpg

Progetto grafico :

Luisa blog

 

Prossimo appuntamento il 29 Marzo con Insaziabili Letture  :

12795026_10208196966389182_4618716547385851962_o

Cit:

I transfer intercontinentali erano costosi ma velocissimi, era muoversi nelle megalopoli che richiedeva molto tempo, per chi come loro non aveva accesso ai trasporti interni ad alta velocità.

stardust 5

 

«Pago io i biglietti.» «Non è quello il problema.» «Lo so, ma l’idea è mia, quindi pago io lo stesso.» Syrus aveva più risorse di lui e genitori che non gliele controllavano, lo sapevano entrambi, quindi Nathan gliela lasciò passare.

Lo guardò e vide nei suoi occhi quella curiosità che li aveva tenuti svegli tante sere, fin dai tempi della scuola base, quando ancora non avevano iniziato gli studi superiori all’accademia.stardust 4

Domande, ne avevano tante. Risposte, non trovavano mai tutte quelle che cercavano. Per la scarsità di notizie e per la prudenza con cui si dovevano muovere nell’indagare certi temi.

I Phys e i Territori che erano nelle loro mani sopra tutti gli altri