Pubblicato in: Recensioni romance m/m

Recensione: Il ragazzo delle case mobili di Marie Sexton


Titolo: Il ragazzo delle case mobili
Autore: Marie Sexton
Traduttore: Raffaella Arnaldi
Editore: Triskell Edizioni
Genere: romance m/m, contemporaneo
Formato: ebook – cartaceo
Pagine: 346
Prezzo: € 5,99 (ebook) – € 13,00 (cartaceo)
Data di uscita: 1 maggio 2019

È il 1986, e quella che avrebbe dovuto essere l’estate più bella della vita di Nate Bradford è rovinata dal divorzio dei suoi genitori. Adesso, invece di passare l’ultimo anno di scuola nella sua città natale di Austin, in Texas, Nate vive con il padre a Warren, Wyoming, 2833 abitanti (una stima secondo lui generosa). Non c’è una piscina, o campi da tennis, nessun centro commerciale, neanche si prende MTV. L’intera scuola è meno popolosa di quanto fosse la sua classe in Texas, e Nate non riesce proprio a integrarsi in una cittadina dove i principali passatempi degli adolescenti sono il sesso e le droghe.
Finché non incontra Cody Lawrence. Cody è molto povero, proviene da una famiglia divisa e vive dal lato sbagliato dei binari del treno. Letteralmente. Ma Nate capisce che Cody è solo un bravo ragazzo che nella vita ha avuto sfortuna. E comincia a pensare che i sentimenti che prova per lui vadano oltre l’amicizia.
Ammettere di essere gay è già difficile, ma tra i pregiudizi locali e l’epidemia di AIDS che domina sempre più i titoli dei giornali, una cittadina come Warren è il posto peggiore in cui due ragazzi possano innamorarsi.

Recensore

Copia ARC

Il ragazzo delle case mobili è uno di quei libri che ti stupiscono, eppure non avrei dovuto farmi sorprendere conoscendo la bravura di Marie Sexton.

È un Young adult, genere che non rientra di norma tra i miei preferiti, ma ovviamente ci sono eccezioni, date soprattutto da chi li ha scritti. I due protagonisti hanno un background sociale ed economico molto differente, si potrebbe dire che sono agli antipodi.

Uno è il figlio del nuovo sceriffo del paesino, perciò economicamente non se la passa male, mentre l’altro fa parte della fascia a basso reddito, così basso che vive in una casa mobile con la madre cameriera e a stento riescono a sopravvivere.

Una cosa di cui bisogna assolutamente tenere conto leggendo questo libro è il contesto storico. È ambientato infatti nel 1986 in un periodo in cui essere gay non solo dava adito a grandi pregiudizi (che purtroppo non sono stati tuttora sconfitti), ma metteva addosso una paura viscerale sia nella comunità lgbt+, sia al mondo intero. Questo perché erano gli anni del boom dell’AIDS, dove la gente ancora credeva che fosse una malattia circoscritta agli omosessuali, dove le persone non facevano che morire e non si sapeva ancora abbastanza di questa piaga per poterla almeno gestire e proteggersi.

Fondamentalmente c’è stato un menefreghismo da parte delle istituzioni che ha contribuito alla sua diffusione. Questo perché i bianchi eterosessuali non lo vedevano come un loro problema, convinti che non li avrebbe colpiti.

Aprendo una piccola parentesi, se qualcuno volesse approfondire tutta la questione ci sono ottimi film e documentari. Vi cito i più famosi: The Normal Heart, Dallas Buyer Club e il documentario Larry Kramer per amore e per rabbia.

Tornando al libro, per questi due ragazzi la situazione è difficilissima.

Per prima cosa vivono in un posto isolato, senza futuro, a meno che uno abbia i mezzi per andarsene via dopo le superiori, poi c’è la tipica situazione da “paesino”: tutti si conoscono, la gente sparla, giudica, offende.

Nate vuole essere amico di Cody, ma quest’ultimo fa di tutto per tenerlo lontano una volta iniziata la scuola perché non vuole che Nate si faccia una cattiva reputazione e venga isolato per colpa sua.

Sarebbe buffo se non fosse così triste vedere come la gente cataloghi le persone in base alle apparenze e ai pregiudizi. Sei nato nelle case mobili, allora sei un buono a nulla, sei gay allora sei un debole, hai soldi allora sei uno a posto, cambi una ragazza ogni weekend allora sei un gran fino.

Se però si guarda un attimo sotto la superficie, se si ignorano le idee benpensanti, si scopre tutta la verità.

Ed è quello che farà  Nate.

Non voglio svelarvi troppo della storia, anzi non vi dirò altro, perché è un libro che va scoperto pagina dopo pagina, un libro che saprà emozionarvi con i suoi personaggi, con la vita difficile e sempre in lotta di questi due ragazzi che maturano, crescono, si innamorano, affrontando mille difficoltà e brutte situazioni, ma che si daranno forza l’un l’altro. Soprattutto Nate con il suo ottimismo, con il suo amore per Cody farà sì che il ragazzo riesca a sperare in un futuro migliore per entrambi lontano dal paesino e dai suoi abitanti.

Voto

Editing

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.