Pubblicato in: Recensioni romance m/m

Recensione: L’uomo che non c’era di Erin E. Keller

Titolo: L’uomo che non c’era
Autore: Erin E. Keller
Editore: Triskell Edizioni (Rainbow)
Genere: noir, romance m/m
Formato: ebook
Pagine: 222
Prezzo: € 4,99
Data di uscita: 14 febbraio 2019

Jimmy O’Brien non ha avuto una vita facile.
Nato in una famiglia molto povera e picchiato quotidianamente dal padre violento, da ragazzino riesce a scappare a morte certa piombando letteralmente tra le mani di George Finn, boss irlandese di Chicago, braccio destro di Bugs Moran, famoso rivale di Al Capone. Da quel momento in poi, Jimmy entra a far parte di un mondo fatto di violenza e cieca fedeltà al capo.
Jimmy è abituato a non esternare i propri sentimenti, l’ha imparato fin da bambino. Ma la vicinanza con il figlio di George, Henry, gli rende la vita difficile e ancora più tormentata.
L’incontro con un ragazzo di strada, poi, complica ulteriormente le cose, soprattutto quando proprio Henry decide inspiegabilmente di ospitarlo nella sua villa.
Il Natale è ormai alle porte, e l’arrivo imminente di un carico di alcolici dall’Europa potrebbe essere l’occasione tanto attesa dal clan Moran per avere la meglio su Capone.
Per assicurarsi che tutto vada per il meglio, Jimmy si affida a un poliziotto che ha sempre ricattato dopo averlo incontrato in un locale per omosessuali, David Sheena. David è luce, tanto quanto Jimmy è ombra.
In un mondo in bianco e nero, dove non c’è spazio per le debolezze, Jimmy si troverà a dover lottare per la propria vita e per quella delle persone a cui tiene, cercando di tenere a bada ciò che si agita nel suo petto e che non avrebbe mai pensato che potesse farlo sentire così vivo.

Recensore

Copia ARC

Era da tanto che non usciva un nuovo libro di Erin E. Keller e devo dire che ero molto curiosa per questa uscita perché noir, gialli, polizieschi e thriller sono libri che mi piacciono.

Il periodo storico (pur essendo storia abbastanza recente) è veramente interessante e, anche per quanto riguarda il cinema, ho sempre apprezzato storie con questa ambientazione gangster perciò ho veramente apprezzato la scelta dell’autrice.

Il libro è ben scritto e scorrevole e i fatti narrati sono intriganti.

L’autrice ha fatto un buon lavoro con i personaggi che, malgrado vivano in un ambiente in cui tutto deve essere o nero o bianco, sono pieni di sfumature.

Soprattutto Henry e Jimmy possiedono dei sentimenti che nascondono, dietro la freddezza il primo e dietro il distacco il secondo, ma che ci sono e che alla fine verranno fuori.

Martin mi ha stupito, è l’elemento di rottura in un mondo fatto di violenza e di sangue, è la parte dolce, innocente e pura che non ti aspetti di trovare e che dà il via al mutamento di Henry. Senza di lui, forse, le cose non sarebbero mai cambiate e i nostri quattro personaggi principali avrebbero avuto un finale totalmente differente.

David è la contraddizione, è il poliziotto che vede del buono in Jimmy, quando nessuno è in grado di scorgerlo.

A volte vale la pena aspettare tanto per un libro se poi, come in questo caso, il risultato è veramente buono.

Voto

Editing

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.