Pubblicato in: Recensioni romance m/m

Recensione: Più che bene di Lane Hayes

Titolo: Più che bene
Autore: Lane Hayes
Serie: Più che… (#1)
Traduttore: Rita d’Alfredo
Editore: Dreamspinner Press
Genere: romance m/m, contemporaneo
Formato:ebook
Pagine: 165
Prezzo: $ 5,99
Data di uscita: 7 novembre 2017

Matt Sullivan si definisce per etichette: studente di legge, atleta, eterosessuale. I suoi obiettivi sono laurearsi e fare carriera in uno studio legale. Una sera decide di accompagnare il suo coinquilino gay in discoteca, e la sua vita cambia. Si rende conto, infatti, di essere attratto dall’uomo più bello che abbia mai visto. Tutte le sue etichette piano piano finiscono per staccarsi, perché non riesce a dimenticarlo.

Aaron Mendez non crede nelle etichette. Si tiene alla larga dagli uomini etero curiosi e non ha paura di mettere in chiaro che non intende nascondere la sua natura favolosa per nessuno. Se da una parte Aaron non può negare di essere attratto da Matt, dall’altra, però, è riluttante a farsi coinvolgere in una storia da qualcuno che trova ancora difficile accettare cosa implica quella nuova etichetta. Soprattutto quando quel qualcuno ha ancora una ragazza.

Recensore

“Più che bene” di Lane Hayes, primo volume della serie “Più che…”,  si è riconfermato una lettura molto bella: semplice e particolare al contempo, anche se ho notato maggiormente degli elementi che non avevo visto la prima volta. Alcuni perchè è una storia che già conoscevo, altri per il motivo che fa parte di una serie. Il primissimo aspetto a cui ho fatto caso è che quando Matt Sullivan “etero che ha la ragazza” incontra per la terza volta Aaron Mendez (uomo gay), si sente già super coinvolto da lui, eppure in passato si erano visti involontariamente, cosa che anche il futuro avvocato definisce poco realistica.

Mi veniva da vomitare, era come aver ricevuto un pugno nello stomaco senza alcuna protezione o avvertimento. Era ridicolo, lo so. Non avevo diritto di rivendicare alcuna pretesa su Aaron.

Però con il passare del tempo si vede la profondità della relazione attraverso un mix di divertimento, sessualità e conoscenza reciproca che mette la caratteristica “non credibile” in secondo piano.

Poi Aaron si stese su di me, stringendomi le braccia al collo in un abbraccio colmo di dolcezza.
“Grazie, Matty. Sei il mio cavaliere senza vesti.” Sospirò e rise dolcemente contro il mio orecchio.

Mi resi conto che quello era il suo modo di confortarmi, intrattenendomi con una storia che, senza dubbio, aveva arricchito di dettagli per renderla più divertente e distrarmi del dolore e dalla lunga camminata che avevamo davanti. E funzionò.

Tutto quello che ho scritto fino ad adesso sulla storia d’amore tra Matt & Aaron l’ho guardato meglio in questa seconda lettura, in quanto le parti singolari (che comunque trovo meravigliose) dalla narrazione le avevo già apprezzate in precedenza, quindi non hanno catturato la mia completa attenzione in questo caso, cioè la naturalezza rilassante con cui Matthew si approccia all’attrazione che non ha eguali ai suoi occhi verso un uomo e il fatto che debba convincere il compagno di tenere al loro rapporto.

“Chi dice che non si può avere un
marito, dei bambini, un cane e un appartamento in città?”

Mentre i personaggi secondari che penso saranno i protagonisti dei prossimi capitoli della storia non mi hanno intrigato, ma confido nello stile dell’autrice.

Voto

Editing

Annunci

Un pensiero riguardo “Recensione: Più che bene di Lane Hayes

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.