Recensione: In trappola di Agnes Moon

cover-finaleTitolo: In Trappola
Autore: Agnes Moon
Serie: Legami di sangue (# 3)
Editore: self published
Formato: ebook
Pagine: 170
Prezzo: € 2,99
Data di uscita: 20 febbraio 2017

Trama

Quando apre gli occhi e scopre che il mondo è avvolto dalla nebbia, Philip – vampiro centenario, eternamente cristallizzato nelle sembianze di un adolescente – vede avverarsi il suo peggiore incubo: tornare a essere fragile e vulnerabile, esattamente come tanti anni prima, durante la sua tragica vita da mortale.
Ben presto scoprirà di non avere alternative: se vorrà salvarsi, dovrà imparare a fidarsi di qualcun altro, oltre se stesso.
James è nelle mani dei Cacciatori da più di due mesi, quando un nuovo prigioniero viene trasportato nella sua cella. L’uomo è affascinato dal bellissimo ragazzo, ma ben presto si rende conto di trovarsi di fronte a un rappresentante della razza da lui più odiata al mondo: un vampiro.
Licantropi e Creature della notte: un mix davvero esplosivo, se non fosse che questo particolare vampiro… potrebbe significare la speranza di una vita migliore.

Recensore

Al terzo libro della serie Legami di sangue troviamo come protagonisti il vampiro Philip e il licantropo James.
Mi permetto di aprire una piccola parentesi su una cosa: il nome di uno dei vampiri (non il protagonista) è sbagliato rispetto ai libri precedenti. Ora non dico questo per evidenziare l’errore dell’autrice, ma bensì per riconoscerne l’onestà. Nessun lettore aveva fatto presente pubblicamente questa cosa ma, una volta che l’autrice è stata avvisata, ha chiesto scusa sui social. Avrebbe potuto far passare tutto sotto silenzio, visto che molti lettori in risposta al post dissero che non se ne erano nemmeno accorti (e qui si nota anche con che grado di attenzione vengano letti i libri, ma questo è un altro discorso), ma non l’ha fatto e questo le fa guadagnare molti punti ai miei occhi a livello umano.
Ora iniziamo a parlare del libro, vero motivo per cui sono qui a scrivere.
Mi sono piaciute molto le dinamiche della coppia, il cercare di venirsi incontro malgrado i loro caratteri e le loro paure. Soprattutto da parte di Philip che con il suo doloroso passato gli risulta più difficile fidarsi e legarsi a qualcuno. Non avere il controllo sul suo cuore è l’ultima cosa che vorrebbe, ma nulla può contro il legame con il suo Cour de Sang.
Anche James ha avuto la sua dose di dolori nel passato e per un po’ ha inseguito la strada della vendetta, ma rimane comunque un uomo buono, dal cuore grande quanto la sua imponente stazza.
Mi è piaciuta anche l’ambientazione. Farli incontrare in una situazione di prigionia, fargli scoprire il loro legame in quello spazio condiviso con altri e tutta la pericolosità del loro stato ha creato un clima di aperta opposizione alla loro storia. Il non poterla vivere apertamente, anzi, quasi dovendola accantonare in un angolino in attesa della salvezza ha creato ancora più difficoltà.
Un piccolo appunto negativo però devo farlo.
A un certo punto si ritrovano entrambi prigionieri in un posto senza porte, senza finestre, con solo un montavivande come collegamento con l’esterno. Lì, mi sono chiesta: “come hanno fatto a metterli in quel posto?”
È una piccola incongruenza tecnica, a mio avviso.
Ciò non toglie che questo terzo volume è una lettura piacevole, con una coppia che ho apprezzato. La scrittura scorre senza intoppi.
Il primo volume della serie rimane comunque il mio preferito e chissà che con il prossimo l’autrice non riesca a farmi cambiare idea.

Voto

Editing

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...