Recensione : L’UOMO (IM)PERFETTO DI Alessandra Migliozzi

Un romanzo brioso, ambientato in una New York magica e romantica, con un uomo (im)perfetto e una stagista (s)fortunata!

Titolo: L’uomo(im)perfetto
Autrice: Alessandra Migliozzi
Editore: Rizzoli
Collana: YouFeel RELOADED
Genere: Mood: Ironico
Ebook: si
Prezzo:€ 2,99
Data uscita : 26 Maggio 2016

Giulia, un metro e sessanta di energia e vitalità, gran sognatrice, è stagista in un’agenzia di viaggi. Loris è aitante e intelligente, ed è un suo collega di lavoro. La punzecchia continuamente, la irrita facendola bollire di rabbia. Poi, per via degli ottimi profitti, l’agenzia offre a Giulia l’occasione di realizzare il sogno di una vita e a Loris di chiudere con un doloroso passato: così, con disappunto di lei, i due partono insieme per un viaggio a New York City. Ma varie coincidenze e sfortunate circostanze trasformeranno la trasferta in un viaggio perfetto… o quasi!

Un romanzo brioso, ambientato in una New York magica e romantica, con un uomo (im)perfetto e una stagista (s)fortunata!

 

Recensore & progetto grafico : 

Fresco, dolce al punto giusto, grintoso e tosto.
Mi piacciono i romanzi così. Breve, forse, ma non è necessariamente un problema. Ci sono racconti che a volte vengono allungati a dismisura e poi ci sono quelle storie che non ne hanno bisogno.
In poche pagine abbiamo tutto: allegria, ironia, sarcasmo e anche dolore.
Il bello è proprio questo.

Sono poche quelle scrittrici che riescono a concentrare tutto così bene.
Questo racconto è una ventata di aria fresca, un vero toccasana per lo spirito e per la mente.
I personaggi sono VERI, anche la storia in sé è reale a 360 gradi e questo ci piace tanto, anche perché si legge sempre di denaro e di ricchezze.

Qui no!
Qui si tira a fine mese, ed è bello proprio per quello.

Madri ossessive che tendono a tutti i costi di accoppiare le figlie, fratelli maschilisti che si nascondono dietro la mentalità del sud (che poi, parliamoci chiaro non è solo del sud), l’amore che fa male e che delude, gli errori di valutazione, i continui paragoni fastidiosi e tutto quello che capita a noi poveri esseri umani in genere.

Vero, reale, sincero! Bello!
Mi sono divertita a leggere questo libro perché è uno stralcio di quotidianità, potrebbe essere tranquillamente una storia reale, sia per i personaggi che per le ambientazioni e questo ci piace perché ci fa rapportare col vero.
BRAVA ALESSANDRA!

Voto :

Editing : 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...