Recensione: Tre d’amore e di guai di M.A. Church

img_4167

Titolo: Tre d’amore e di guai
Autore: M.A. Church
Serie: Graffi, fusa e felini (#1)
Traduttore: Emanuela Cardarelli
Editore: Dreamspinner Press
Genere: fantasy, romance m/m/m
Formato: ebook
Pagine: 212
Prezzo: $ 6,99
Data di uscita: 27 dicembre 2016

Trama

Una tempesta di neve – la notte di Capodanno – non promette niente di buono. Dopo una relazione finita male e una serie di disastri domestici, Kirk è in attesa di essere colpito dalla disgrazia numero tre, che si realizza con l’arrivo di due gatti randagi che si mettono subito comodi a casa sua. Kirk ha il cuore tenero e decide di farli restare, anche se c’è qualcosa di strano in quei due mici così affettuosi.

Al riparo dal maltempo e sazi di tonno, Dolf e Tal sono contenti di stare al calduccio a casa di Kirk, ma quando il loro umano esce a prendere della legna per il fuoco e cade perdendo i sensi, i due sono costretti a rivelare la loro vera natura.

Quando Kirk si risveglia, scopre che i gatti sono in realtà due mutaforma che il destino ha scelto come suoi compagni. Per lui non è facile abituarsi all’idea di fare parte di un ménage à trois felino, inoltre la colonia da cui provengono Dolf e Tal ritiene che umani e felini non debbano unirsi. Anche se Kirk ha capito fin da subito che quei due gatti gli avrebbero portato dei guai, non sa che i guai veri sono dietro l’angolo.

Recensore

Ero molto curiosa di leggere questo libro perché amo i fantasy e qui c’era la novità di mutaforma… gatti!
Ovviamente non sono dei bei gattini domestici come siamo abituati, ma dei meravigliosi gattoni di 15 kg!
Un giorno, per caso, i due gattoni si imbattono nel loro compagno e ne rimangono stupiti, questo perché i due mutaforma sono il futuro Alpha della colonia Dorfoon e il suo Omega Talise che sono compagni da trent’anni e mai si sarebbero aspettati di trovare un altro compagno.
Il libro ha un buon ritmo tra gatti che giocano per la casa, battute divertenti e anche un po’ di azione.
Nel mezzo della storia di questi tre uomini troviamo un argomento sempre attuale come il razzismo, trattato in questo caso nei confronti di Kirk, il nuovo compagno perché è umano. L’ho trovato un punto di vista originale e mi è piaciuto.
I personaggi sono ben caratterizzati: Dolf dominante e sicuro di sé, Tal dolce e riflessivo e Kirk che riesce a tenere testa a Dolf e trattare con tenerezza Tal. Loro tre insieme si completano, trovando un equilibrio perfetto nella loro relazione.

Voto

Editing

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...