Recensione : Un battito di ciglia di Laura Fioretti

Titolo: Un battito di ciglia
Autore: Laura Fioretti
Editore: Emma Books
Collana: LOVE
Formato: M
Data uscita : 15 Marzo 217
Prezzo: €2,99 – in tutte le librerie digitali

Durante la presentazione del suo ultimo romanzo, Lola Tarsi, famosa autrice di romanzi gialli, incontra Paolo Crisci, l’affascinante fratello del suo editore.

Tra i due scatta subito un’attrazione fatale.

Lola però è una donna sposata, anche se il suo matrimonio è in crisi, e vive da anni nascosta dietro una corazza che la protegge da qualunque emozione. Cedere al turbamento che si è impossessato di lei è quindi fuori discussione.

Paolo però non demorde, e la possibilità di provare sentimenti i dimenticati per Lola è una tentazione troppo forte per essere ignorata…

Recensore & Progetto grafico

 

Le nostre scrittrici sono patrimonio dell’umanità.
Inizio così, sì, voglio iniziare così, perché ultimamente sto leggendo delle vere e proprie bombe nostrane. Rientra in questa categoria “Un battito di ciglia” di Laura Fioretti.
Un libro diverso, politicamente scorretto (se mi passate il termine), sì perché qui c’è tutto, tutto concentrato in neanche 200 pagine di meravigliosa italianità.
Ci cono una lei e un lui ma non il classico sole, cuore, amore, c’è cinismo, oh sì, tanto cinismo; c’è ironia e sapete che mi piace; c’è logica e passione e sotto sotto c’è anche amore, forse quello di cui tutte abbiamo paura, quello dettato dall’abitudine, quello scontato, quello che purtroppo non ha più nulla da dire.
I personaggi ci sono e sono ben descritti, la cosa che mi è piaciuta più di tutte è il fatto che sono stati descritti i caratteri, le personalità dei protagonisti.
Lola, una donna forte, intelligente, affermata, caparbia, solare e sincera, ma allo stesso tempo fragile disillusa e infelice. Paolo, un cinquantenne che sa quello che vuole, sicuro di sé, affascinante, che si fa incantare da Lola per la sua forza. Simona, l’amica di Lola, diciamocelo, è l’amica che tutte vorremmo. Martina, che non ho sopportato fin dal primo minuto, la classica donna frustrata come ce ne sono tante. Andrea, il marito di Lola, uomo assente, egoista e anche un po’ ottuso, avvocato di successo ma che non condivide la carriera della moglie.
Un libro reale e ben descritto, molto piacevole, che scorre via pagina dopo pagina.

Un libro che ti rimane dentro per le tematiche sempre molto attuali e messe nere su bianco sotto forma di romanzo che potrebbe essere uno spaccato di vita reale, anche perché la scrittura lo rende reale.

Non possiamo che rimanere incantati da questo romanzo, in cui desiderio e realtà si mischiano, in cui la passione si vive. Un libro che trasmette quell’alchimia che lega i protagonisti e che ti fa percepire quell’elettricità unica che solo la passione crea.
Con una fine che non ti aspetti o che ti aspetti, un finale giusto o sbagliato, e chi può dirlo.

 

Sta a noi decidere se può piacere o meno. Io vi dico che, per come l’ho vissuto, é un finale azzeccato, anzi perfetto.
Complimenti Laura!

Voto : 

 

Editing :

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...