Recensione: Un brivido nelle ossa di Jane Seville

image

Titolo: Un brivido nelle ossa
Titolo originale: Zero at the Bone
Autore: Jane Seville
Traduttori: Chiara Beltrami/ Raffaella Arnaldi
Casa editrice: Triskell edizioni ( Rainbow)
Genere: poliziesco / contemporaneo, m/m
Pagine: 455
Formato: pdf, epub, mobi
Prezzo: € 6,99
Data di uscita: 20 Giugno 2016

Trama

Dopo aver assistito a un delitto di mafia, il chirurgo Jack Francisco viene messo in custodia protettiva per tenerlo al sicuro fino al giorno in cui testimonierà.

Un killer, conosciuto solo come D, viene ricattato e obbligato a uccidere Jack, ma quando lo trova, la sua seppur stanca coscienza non gli permette di uccidere un uomo innocente.

I due trovano un improbabile alleato l’uno nell’altro, e ben presto si vedono costretti a dover scappare dai nemici che li attendono nell’ombra.

Obbligati a collaborare per sopravvivere, sviluppano un legame che si tramuta in una passione inaspettata. Jack vede l’anima ferita dietro la freddezza distaccata di D, e D trova in Jack la persona che può aiutarlo a tornare l’uomo che era una volta.
Mentre il giorno del processo si avvicina, Jack e D non solo si ritrovano a lottare per le loro vite… ma anche per il loro futuro.

Un futuro insieme.

Recensore
Sunshine

Avevo già sentito parlare positivamente di questo libro e sono contenta che sia stato tradotto.
Non avevo mai letto nulla di questa autrice e devo dire che è stata una piacevole scoperta.
Il libro ha un bel intreccio e, pur essendo quasi 500 pagine non è per niente pesante. Anzi, è ben ritmato con l’alternanza di momenti tranquilli a momenti adrenalinici.
Leggendolo si ha come l’impressione di essere dentro un film d’azione, un mix tra poliziesco e spionaggio.
Come protagonisti abbiamo un testimone da proteggere e un killer che per antonomasia è freddo e senza cuore. Ma se esistesse qualcuno in grado di sciogliere tutto quel ghiaccio che si è costruito come corazza?

“D espirò e lasciò cadere nuovamente la testa all’indietro, gli occhi chiusi. Jack rimase semplicemente seduto al suo fianco, con la spalla premuta contro la sua, le loro mani strette, nascoste tra di loro come serrature, due lati separati da una barriera di legno duro ma unite da un meccanismo nascosto, in attesa solo della chiave giusta per allinearli.”

D è un uomo che si è isolato dal mondo, da qualsiasi emozione, tanto che a volte non si sente nemmeno un essere umano.
Jack è un uomo brillante, un chirurgo maxillofacciale, che ridà alle persone speranza dopo che sono rimaste sfigurate per brutti incidenti o per malformazioni congenite.
Sono due mondi diversi, due caratteri agli antipodi eppure in qualche modo, che solo l’amore sa, sono compatibili.
Jack vede dietro la maschera ben costruita di D e vede un uomo distrutto, lacerato che ha però ancora un cuore che può battere, ma talmente nascosto in fondo a se stesso da non poter essere ritrovato se non con l’aiuto di qualcuno.

“Dove stiamo andando?” chiese D.
“In casa. Ho intenzione di portarti a letto.”
“Jack, io…”
“Zitto. Non m’importa se sei danneggiato o se non sei abbastanza forte dentro di te. Cosa credi? Nessuno lo è. Qualsiasi cosa sia rimasta dentro di te è sufficiente.”

A tutto questo aggiungete agenti fbi, killer su commissione, agenti segreti e una famiglia in stile mafioso e avremo un bel mix esplosivo!
Libro che consiglio sicuramente e spero in futuro di leggere altri libri di questa autrice.

Voto
5 stelle

Editing
Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...