Recensione: Buon Natale, Signor Miggles di Eli Easton

img_4168

Titolo: Buon Natale, Signor Miggles
Titolo originale: Merry Christmas, Mr. Miggles
Autrice: Eli Easton
Traduttrice: Grazia Di Salvo
Editore: Triskell edizioni (Rainbow)
Genere: Contemporaneo / Festività, romance m/m
Pagine: 144
Formato: pdf, epub, mobi
Prezzo: € 4,49
Data di uscita: 27 dicembre 2016

Trama

Toby Kincaid adora il suo lavoro nella biblioteca della città di Sandy Lake, in Ohio, dove passa i suoi giorni circondato dai libri a parlare con i visitatori. Adora specialmente il suo capo, il signor Miggles: gentile, arguto, sapiente in qualsiasi campo e totalmente innamorato del Natale. Sean Miggles, oltretutto, è davvero carino, specialmente per essere un adulto che veste completo e cravatta.
L’uomo, però, si tiene a distanza da tutti, e c’è una tristezza nei suoi occhi che Toby non comprende. Quando Sean viene accusato ingiustamente di un crimine che non ha commesso si arrende e non prova neanche a lottare, perciò Toby si rende conto che deve essere lui da solo a salvare la biblioteca… e il suo capo.
Cercherà, così, di smascherare l’oscurità che si cela nel passato di Sean e dimostrargli che anche lui merita una seconda possibilità, nella vita come nell’amore. E, mentre si occupa del suo personale miracolo di Natale, magari riuscirà anche lui a ricevere il dono a cui ambisce tanto: amare ed essere amato dal signor Miggles.

Recensore
Mony

Il secondo volume natalizio the best di questo 2016!
IL MIO ANNO LETTERARIO NON POTEVA CONCLUDERSI IN MODO MIGLIORE!
Uno dei brani più belli del libro:

Avevo fatto un sacco di ricerche lì, per capire chi fossi. Dai fantasy ai romanzi horror, per passare ai libri young-adult e socialmente progressisti, fino ai primi romanzi gay e alla storia dell’AIDS. Per anni, un sacco di pensieri erano rimasti un segreto tra me e
la biblioteca.

I protagonisti della storia sono l’amore per i libri cartacei e la connesssione che crea tra vari personaggi, il che è rappresentato con più forza dal signor Miggles, bibliotecario di Sandy Lake che adora il Natale, col suo filosofeggiare grazie ai volumi che ama, il suo aiutare le persone a trovare quello che cercano nella lettura e in lui un amico. Mi è venuta voglia di leggere Walt Whitman, ora ditemi come si fa a non amarlo?

«…Ma, principalmente, sono qui per parlarvi di Sean Miggles.»
Il signor Torgle si girò per guardare Sean dal microfono. «Come tutti in questa città, ero ignaro di quanto realmente facesse il signor Miggles per la gente. Fa ogni cosa in maniere silenziosa e nascosta. Per quanto mi riguarda, mi ha aiutato un sacco. Quando mia figlia – è un sergente a Madison, forze di polizia del Wisconsin – stava per andare all’accademia di polizia ed era nervosa per gli esami, le ha trovato delle guide eccellenti sugli studi di giustizia penale e glieli ha spediti tramite il mio numero nello schedario della biblioteca. Una volta mi sono lamentato del rubinetto della mia cucina, e lui mi ha trovato un libro di riparazioni. Gli ho detto il giorno dopo che non riuscivo a capire, così è venuto a casa mia quella sera, si è rimboccato le maniche e mi ha aiutato a seguire le istruzioni del libro.» Si mise a ridere. «È venuto fuori che eravamo entrambi terribili in quel tipo di cose, ma siamo comunque riusciti ad aggiustare la perdita.»
La voce del signor Torgle si fece un pò roca, e lui scosse il capo per poi guardare il pavimento.
«Negli ultimi due anni mi ha consegnato la Scatola delle sorprese di Natale, dicendomi che avevo vinto la lotteria della biblioteca. Io… beh, ho problemi finanziari, e il cibo e i piccoli oggetti in quella scatola significavano molto per me. Sono venuto a sapere da Toby,»
mi rivolse uno sguardo, «che non avevo vinto affatto la lotteria. Sembra che Sean abbia fatto quella scatola di tasca sua, e non sono nemmeno l’unico ad averla ricevuta. Lo faceva per lo spirito del Natale.»

Infatti non si può! Per questo motivo quasi tutti gli abitanti di Sandy Lake si stringono attorno al signor Miggles quando sta attraversando un incubo che con il loro aiuto supererà, ma sopratutto grazie a Toby che gli farà capire l’importanza della lotta. E così da qui, Toby, l’assistente bibliotecario, avrà chiaramente la cosa che sentiva che gli mancava nella sua vita.
Una lettura che vi consiglio di fare principalmente nel periodo natalizio soprattutto per chi ama il Natale, ma se volete potete conservarla per i momenti tristi perchè è in grado di dare conforto al lettore, indipendente da quale genere legga di solito.

Voto
5 stelle

Editing

Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...