Recensione : Vendetta di Susan Moretto

cover-moretto

Titolo: Vendetta
Autore: Susan Moretto
Genere: urban fantasy, time travel
Casa Editrice : Self Publishing
Formato: ebook – prossimamente cartaceo
Prezzo : € 3,99
Data uscita : 22 Novembre 2016

Trama

Cosa faresti se la tua vita andasse a rotoli? Se tutti i tuoi sogni si infrangessero? Se la vita perfetta che credevi di avere fosse solo una bugia?
È quello che succede a Johanna: fidanzato perfetto, migliore amica perfetta, lavoro perfetto, matrimonio perfetto. L’unico suo problema è Logan, il nuovo vicino di casa che la fa impazzire, e non in senso positivo.
Una vita da sogno che si sgretola davanti ai suoi occhi, ma Logan le dà la possibilità di rivivere quei mesi e cambiare il proprio futuro. Deve solo scegliere: morte, giustizia o vendetta?

Recensore :

ziza sabri

Amici di Emozioni oggi vi parlo di “Vendetta ” di Susan Moretto, un’autrice che ho avuto modo di apprezzare nel genere m/m. Si presenta con un nuovo libro di genere totalmente opposto. (da qui la mia curiosità nel voler leggere il suo nuovo lavoro.)
Appena ho finito di leggere il prologo, subito un colpo di scena incredibile, tanto che il mio primo pensiero è stato di stupore e poi panico, debbo confessare che non me l’aspettavo. Interessante!

vendetta1
Ma torniamo al libro ambientato sulle colline vicino a Los Angeles (la città degli angeli), la protagonista principale è Johanna, bellissima ragazza dai lunghi capelli castani, lavora insieme alla sua migliore amica Martha, un folletto dai capelli rossi, nel reparto amministrativo dell’Azienda Vinicola “Donovan”, rinomata in tutto il mondo.

Il loro direttore Mark, oltre a essere il loro superiore, altri non è che il fidanzato/futuro marito di Johanna.
Voi direte fin ora niente di eclatante, quasi un classico, ma non avete fatto i conti con LUI!!!
Complice un cellulare dimenticato in macchina, il destino ci mette lo zampino con uno scontro nell’androne del condominio tra Jo, la protagonista e “Il surfista ” Logan.

vendetta2
“Capelli castani schiariti dal sole e lunghi fino alle spalle, abbronzatura dorata e fisico scolpito. Sembrava più giovane di me, forse non aveva neanche venticinque anni ed era davvero notevole.” Con una passione sfrenata per le magliette con i gruppi rock.
Una frase lasciata cadere lì per caso da Logan stravolge la noiosa routine della nostra protagonista che dovrà fare i conti con un tradimento tra i più devastanti che una donna possa sopportare, per poi toccare il fondo con gravissimi guai finanziari che mettono in pericolo addirittura la sua libertà.
La protagonista non reagisce subito, si lascia trascinare dagli eventi. Mi sono appassionata immediatamente alla storia facendo il tifo per lei, perché non volevo lasciala da sola, dovevo vedere la sua reazione. Come lei, mi sono sentita tradita e arrabbiata, delusa dagli eventi e dalle persone ma soprattutto ho provato rabbia e finalmente l’agognata “Vendetta”. Unico raggio di sole nel buio più totale: Logan.

vendetta3
Qui mi fermo, non vorrei spoilerare troppo e togliervi il piacere della lettura.
Ha una cover accattivante sin dalla prima occhiata. Molto ben scritto, i dialoghi sono divertenti e interessanti, i personaggi sono ben caratterizzati e affascinanti (vedi Logan) e io mi sono immersa nella lettura facendo nottata in bianco: dovevo assolutamente conoscere il finale.

Unico dubbio, e qui mi rivolgo all’autrice: ma il tuo “Surfista ” è un personaggio positivo o negativo? Perché sinceramente sono rimasta a pensarci per diverso tempo non arrivando a una conclusione.

Resta, però, un personaggio molto interessante.
Complimenti all’autrice! A mio modesto parere, prova riuscita!

Voto:

4 stelle
Cit:
ATTENZIONE: POSSIBILI SPOILER
Abbassai di nuovo lo sguardo, la voce di Logan che mi accarezzava. C’era un mondo nelle poche parole che pronunciava: la sua malizia celava in parti uguali dolcezza e dolore, ma saperlo non mi aiutava. «Tu sei diventato speciale, per me.» Logan mi posò l’indice sotto il mento, alzandolo fino a quando non incrociai il suo sguardo. Poi mi ripeté: «Cosa intendi, splendore?» Non potevo rispondere. Non sapevo rispondere. «Che sei speciale. Tu sei… speciale.» Logan sorrise. Una singola goccia di pioggia gli scivolò lungo il naso, per poi cadere fra di noi. «Tu non sei speciale per me, splendore. Tu sei tutto.»
Non riuscii neppure a pensare a quanto fosse bello, a quanto lo desiderassi con tutto il cuore, che il calore sotto le mie mani scomparve. C’era un enorme e freddo vuoto davanti a me, il rumore della pioggia e del traffico tutto intorno. La delicatezza delle labbra di Logan non era più sulle mie, e anche con gli occhi chiusi sapevo che se n’era andato. Per sempre.

Editing:

11081281_691738044270069_27299941738044169_n

Progetto grafico :

 

Ironlady

 

 

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...