Recensione: Completa fiducia di Sue Brown

img_4078

Titolo: Completa fiducia
Autore: Sue Brown
Serie: Rapporto Mattutino (#2)
Traduttore: Caterina Bolognesi
Editore: Dreamspinner Press
Genere: romance m/m, western, contemporaneo
Formato: ebook
Pagine: 295
Prezzo: $ 6,99
Data di uscita: 2 dicembre 2014

Trama

Per Tommy Bradley, un bracciante al ranch Lost Cow nel Texas rurale, ammettere la sua sessualità è impossibile, anche se i suoi capi, Luke e Simon, sono gay: ha passato tutta la vita nascondendo la verità ai suoi genitori omofobi. Poi Tommy incontra il pastore Noah Taylor nella stanza d’ospedale del padre di Luke e il suo segreto diventa ancora più difficile da mantenere.

Noah è diverso da ogni altro uomo di Dio, o uomo in generale, che Tommy abbia mai incontrato. Innanzitutto, la sua congregazione è composta principalmente da appartenenti alla comunità GLBT e dalle loro famiglie. Poi, non ha paura dell’attrazione che prova per Tommy e rende le sue intenzioni molto chiare. Ma Noah non vuole celare la sua sessualità o quella del suo compagno, e non comincerà una relazione con Tommy se lui intende invece nasconderla. Dovendo scegliere se perdere Noah o uscire allo scoperto con i suoi genitori, Tommy fa il primo passo per ammettere chi è.

Ma Tommy non è il solo a dover affrontare delle sfide. Grazie a un eccesso di odio da parte del Pastore Jackson e di un gruppo di proprietari terrieri, Noah dovrà affrontare la possibilità di perdere la sua chiesa e il suo sostentamento.

Recensore

Mony

Quando Luke, Simon e Tommy trovano la vera religiosità, quest’ultimo trova anche il suo compagno, e uno dei suoi esempi di vita.
Questo libro è il seguito di “Rapporto mattutino” di Sue Brown, vediamo tutta la storia attraverso gli occhi di Tommy Bradley, un bracciante al Lost Cow che intraprende il suo percorso per riuscire a fare coming out e successivamente quello per la sua evoluzione personale: da Tommy una persona timida bisognosa di continue rassicurazioni, a Tom una persona sicura di sé in grado di sostenere il suo uomo, Noah. Le evoluzioni del bracciante sono possibili grazie all’amore del pastore, l’affetto da parte di Luke e Simon e a l’esempio di coraggio che i tre gli danno. La storia d’amore tra Tommy/Tom e Noah non è quasi mai in difficoltà ed è l’elemento più rilassante del volume, visto che il ranch si trova in una fase di assestamento a causa delle situazioni vissute in precedenza, il che crea dei piccoli momenti di tensione tra i miei due cowboys preferiti e in quelli (momenti) che restano di Si e Luke, ho perso dei battiti o ho avuto un infarto. E poi tra i tre coming out, presenti nel libro, quello di Tommy è stato il più rilassante perchè aveva il suo uomo “vicino”. Inoltre l’autrice si concentra molto di più, (com’è giusto che sia in quanto Si e Luke hanno già preso una delle decisione fondamentali per la loro vita e quella del ranch) su tutte le altre persone che rendono il Lost Cow ciò che è: un luogo da poter chiamare casa.
Nonostante la relazione tra Noah e Tommy/Tom sia rilassante e sia stata il mezzo attraverso il quale si conoscono nuovi e si rivedono vecchi aspetti della vita a Lost Cow, mi è mancato non poter conoscere la storia dal punto di vista di uno dei due gestori del ranch.
NON VEDO L’ORA CHE PER ME SIA NATALE… (riferimento all’uscita di dicembre del terzo volume)

Voto

4 stelle e mezza

Editing

Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...