Recensione: Accadde un weekend di A.J. Thomas

img_3956

Titolo: Accadde un weekend
Autore: A.J. Thomas
Traduttore: Victor Millais
Serie: Colleghi improbabili (#1)
Casa editrice: Dreamspinner Press
Genere: Suspense, contemporaneo, romance m/m
Formato: ebook
Pagine: 285
Prezzo: $ 6,99
Data di uscita: 1 novembre 2016

Trama

A causa della malattia della madre, Doug Heavy Runner ha lasciato la vita del poliziotto gay dichiarato a Miami per tornare a casa, nella Riserva Indiana Salish-Kootenai. Nei due anni da quando lei è venuta a mancare, si è costruito una grigia vita da vicesceriffo di una piccola comunità, accontentandosi delle avventure di una notte fuori città per mantenere la sanità mentale. Poi conosce Christopher Hayes, un detective di San Diego di passaggio nel Montana, e insieme trascorrono una notte di passione talmente incredibile che Doug infrange la sua stessa regola e permette a quell’incontro occasionale di diventare un weekend di sesso meraviglioso.

Quando Christopher arriva nella piccola città di Elkin per occuparsi del suicidio del fratello violento, non si aspetta di trovare l’uomo con cui ha trascorso il weekend a gestirne il caso. Di sicuro non gli dispiace passare più tempo con Doug, ma un piromane distrugge la casa che gli è stata lasciata in eredità, e lui e il vicesceriffo finiscono tra i principali sospettati.

Le indagini rivelano che il fratello di Christopher li ha messi sulle tracce di un pedofilo psicopatico che non si fermerà davanti a nulla pur di mettere a tacere la sua ultima vittima. La ricerca della vittima finisce però in maniera orribile, lasciando Doug ferito in ospedale e Christopher alla mercé del killer…

Recensore
Mony

Questo libro ha quello che ho capito piacermi in un mystery/suspense/romance. La parte sentimentale è quella più importante, in quanto il detective Christopher Malcolm Hayes e il vicesceriffo di Elkin, nativo americano, Doug Heavy Runner durante un weekend si innamorano e dopo si conoscono bene nel corso dell’indagine per il suicidio del fratello di Chris. Le vite che i due protagonisti hanno vissuto, stanno vivendo e vivranno sono affrontate benissimo attraverso i loro sentimenti.
A proposito di amore già voglio bene a Ray Delgado (partner di Christopher), personaggio divertente, ma con la corazza ( e noi sappiamo che la facciata nasconde tanto dolore, vero?).
La parte mystery/suspense mi ha tenuta incollata alle pagine per scoprire cosa fosse successo senza che, allo stesso tempo, sentissi il bisogno di mollare il volume perché le scene davvero pensanti non erano descritte dettaglio per dettaglio. Mi sono affezionata alla parte umana di Peter Eugene Hayes e mi è dispiaciuto per la vita che vissuto. Ho amato anche che l’indagine si sia conclusa qui.
Se lo stile di scrittura continuerà a essere questo non avrò assolutamente nessuna difficoltà nella lettura di tutta la serie e non vedo l’ora di leggere la storia d’amore di Ray ed Elliot!

Voto
5 stelle

Editing

Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...