Recensione : Seduttore dalla nascita di Susan Elizabeth Phillips

sep-1

Titolo: Seduttore dalla nascita
Titolo originale:  Natural born charmer
Autore: Susan Elizabeth Phillips
Traduttore: C.Ingiardi
Serie: Chicago Stars 7°
Casa Editrice: Leggereditore
Genere: Romance contenporaneo
Formato: ebook  & cartaceo
Prezzo: € 6,90 ebook /€11.90 cartaceo
Data d’uscita: 4 Settembre 2014 ebook /28  Agosto 2014 cartaceo

Trama

Recensore : 

Princesse Belle

 

“Seduttore dalla nascita” è il settimo  libro della saga dei Chicago Stars.
Come nella maggior parte dei libri della Phillips, i personaggi principali hanno delle situazioni familiari particolari, il più delle volte si tratta di problemi con la famiglia d’origine.
Per prima cosa voglio dire che l’incontro tra i nostri protagonisti: Dean Robillard, quarterback e ragazzo d’oro dei Chicago Stars con Blue Bailey, una ragazza che si è trasferita dalla parte opposta del paese per stare vicino al fidanzato (ormai ex…), mi è piaciuta tantissimo e mi ha divertita al punto da farmi ridere da sola.
Il loro modo di interagire continua così per tutto il libro ed è stato effettivamente uno spasso leggere i loro continui battibecchi.
Come già accennato all’inizio, anche in questo libro i protagonisti principali hanno seri problemi con i loro rispettivi genitori.
Dean non è stato riconosciuto alla nascita da suo padre, un famoso cantante rock e, allo stesso tempo, è stato trascurato dalla madre drogata e alcolizzata che ha passato la metà della sua vita a correre dietro ai musicisti come groupie.
Blue è praticamente cresciuta da sola, sballottata da una famiglia all’altra e lontana da sua madre che preferisce prendersi cura delle donne del terzo mondo piuttosto che stare vicino a sua figlia in quanto, secondo il punto di vista di questa madre, lei (Blue) è nata fortunata perché nata in America…
Non continuo con la storia non vorrei fare troppi spoiler.
Insomma, in poche parole, due personaggi rifiutati entrambi dai rispettivi genitori. C’è qualcosa in tutto il libro che un po’ mi ha infastidito. I problemi che questi due si portano dietro da trent’anni vengono risolti in poco più di due mesi. Tutti si innamorano e tutti si perdonano, anche il personaggio che in qualche modo doveva essere “la strega cattiva” si rivela in realtà un angioletto bisognoso d’affetto…
Certo, è pur sempre la Phillips e il lietissimo finale è d’obbligo, accompagnato ovviamente dal coma diabetico ma, anche se avrei preferito qualcosa di più, questo certo non è nelle corde della Phillips. È così! O si ama o si odia! E io ho adorato questo libro!

Voto :

5 stelle
Editing :

Lady Kant.jpg

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...