Recensione in anteprima: Il diario dei segreti di Rj Scott

img_4003

Titolo: Il diario dei segreti
Autore: R.J. scott
Serie: Santuario (# 6)
Traduzione: Claudia Milani
Casa Editrice: Love Lane Books
Genere: m/m, contemporaneo
Formato: Mobi- Epub- Pdf
pagine: 80
Prezzo: € 2,99
Data di uscita: 16 novembre 2016

Trama

Jake trascorre sempre il Natale al Santuario uno.
Sin dalla sua infanzia, la cabina nascosta nei boschi è stata la meta della sua famiglia per le festività, e ora, con l’avvicinarsi del terzo anniversario dalla morte del padre, Jake organizza una breve vacanza per se stesso, Kayden e Beckett. Purtroppo, una tempesta di neve blocca il fratello e il suo ragazzo a New York e Jake si ritrova da solo in montagna.
Sean è in fuga e l’unico posto dove può rifugiarsi è una baita di cui si fa cenno in un vecchio diario: la prima casa protetta del Santuario. La cabina non è più usata a scopo protettivo, ma sarebbe comunque un buon riparo dove potersi prendere cura delle proprie ferite e fare un bilancio della propria vita.
Nessuno dei due uomini è preparato a trascorrere una settimana di isolamento in reciproca compagnia e neppure a fronteggiare i segreti che minacciano di ucciderli entrambi.

Recensore

Sunshine
Se avete seguito le mie recensioni precedenti di questa serie di Rj ricorderete che a quella del quinto avevo dei dubbi sulla talpa scoperta. Questo, infatti, è il libro dei chiarimenti e delle rivelazioni. È il libro in cui tasselli mai immaginati andranno ad aggiungersi all’intrigato puzzle che è l’indagine sulla famiglia Bullen.
Protagonista di questo sesto libro della serie è Jake, il capo del Santuario, il quale nel corso dei libri ha iniziato a nutrire un’attrazione per il bell’agente di collegamento. Ritrovatosi bloccato nella neve nella baita di famiglia (ed ex casa protetta numero uno del Santuario) si ritroverà a dover passare del tempo con Sean, che si presenterà alla sua porta ferito.
La storia è carina e scorre via senza intoppi, però l’ho trovata meno approfondita di quelle dei libri precedenti, forse a causa della sua brevità. Jake è un personaggio importante a cui, secondo me, doveva essere dato maggior rilievo. Dopotutto è il capo, colui che prende le decisioni, che tiene unita la squadra, quello di cui tutti i suoi agenti si fidano ciecamente.
C’è anche meno azione e questo probabilmente ha fatto calare il ritmo della serie. Mi aspetto comunque che nei prossimi due libri torni perché ci sono ancora questioni irrisolte e un processo di mezzo.
Buon editing e cura del testo.
Lettura piacevole per passare qualche ora di relax, senza troppe pretese.

Voto
3 stelle
Editing
Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...