Recensione: Rapporto mattutino di Sue Brown

image

Titolo: Rapporto mattutino
Autore: Sue Brown
Serie: Rapporto Mattutino (#1)
Traduttore: Barbara Cinelli
Casa editrice: Dreamspinner Press
Genere: Western, m/m
Formato: ebook
Pagine: 242
Prezzo: $ 6,99
Data di uscita: 4 giugno 2013

Trama

A un decennio dal loro primo bacio, Luke Murray è sempre più innamorato di Simon ogni giorno che passa. Gestiscono insieme il ranch Lost Cow di proprietà dei genitori di Luke, tengono un profilo basso e vanno d’accordo con la gente del posto, anche se Luke è conosciuto per essere una testa calda. Poi, un giorno, scoprono che i proprietari di un negozio locale si rifiutano di servirli.

Ne restano sconcertati, fino a quando la mamma di Luke spiega loro che il nuovo pastore li ha presi di mira in un paio di sermoni. Improvvisamente Luke e Simon si ritrovano alienati dalle persone che consideravano amici e il ranch subisce una serie di attacchi. Mentre l’odio e l’omofobia della città si rivolta contro di loro, Luke e Simon affronteranno una decisione critica: cedere alle richieste della città e sparire o restare e combattere per loro stessi e per il loro amore.

Recensore

Mony

Quando qualcuno mi chiede di consigliargli un libro su due cowboy che si amano mi viene subito in mente questo romanzo per la sua particolarità: mi ha mostrato un amore maturo (aspetto che ho amato alla follia) e alle prese con dei momenti terrificanti.
Luke Murray e Simon Bryan stanno insieme da dieci anni e gestiscono insieme il ranch Lost Cow da cinque. Questo fa si che conoscano quasi ogni sfaccettatura l’uno dell’altro e si controbilancino alla perfezione: Luke in genere è impulsivo e intrattabile, invece Simon solitamente è amichevole e rilassato.

“Simon appoggiò il mento al petto di Luke e lo guardò. “Perché, conoscendoti come ti ho conosciuto, probabilmente mi avresti trascinato da un avvocato, o avresti trovato il modo di ferirli come avevano ferito me. Volevo solo dimenticare e stare con te, senza domande. E poi il tempo è passato e non ha più avuto importanza.”

Grazie a questi elementi riescono a vivere felicemente e in tranquillità per un decennio, nonostante abitino e lavorino in Texas e debbano quindi tenere un profilo basso, fino a quando “la religione” non fa emergere l’omofobia in alcuni loro conoscenti e amici. Ciò mi ha portato a condividere la rabbia, l’incredulità e il dolore di Luke e Simon, in quanto essa genera delle situazioni da incubo che quasi cambiano le dinamiche della coppia e per un nanosecondo danno ai protagonisti la sensazione di star perdendo la propria casa, intesa come il posto fra le braccia del compagno. Niente potrà mai distruggere il rapporto di queste due persone fatto di amore e sesso, che riesce a metterli in pace col mondo, e quindi dovranno solo decidere se restare e lottare insieme o andare via insieme.
Un classico western, ma anche unico nel suo genere!
P.S. Se non amate le scene hot non leggetelo.

Voto

5 stelle

Editing

Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...