Recensione: Salvare Sean di Con Riley

unnamed

Titolo: Salvare Sean
Autore: Con Riley
Traduzione: Rebecca Cornia
Serie: Storie di seattle (#2)
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Genere: Contemporaneo
Pagine: 344
Formato: Mobi- Epub- Pdf
Prezzo: 6,99 $ su Dreamspinner store– Amazon- Kobo
Data uscita: 14 luglio 2015

Trama

Quasi un anno dopo essere stato rifiutato per un altro, il paramedico di Seattle Peter Morse soffre ancora, ma quando l’uomo che lo ha respinto gli chiede un favore, acconsente. La sua missione: rintracciare Sean Reid, il fratello in fuga di un’amica comune. Peter non ne è entusiasta, finché non trova Sean ferito sul ciglio della strada.

Tutto in Sean suscita gli istinti protettivi di Peter – salvare la gente è quello per cui vive – ma non aveva previsto di perdere la testa per una persona così decisa a scappare. Oltre alle ferite fisiche, Sean combatte contro il dolore e il senso di colpa, e il caos che il padre eremita ha lasciato dopo la sua morte minaccia di sopraffarlo.

Salvare Sean vuol dire per Peter abbandonare il proprio orgoglio e rivolgersi ad amici e parenti. Chiedere aiuto è una pillola amara da ingoiare per Peter, ma se lui non riesce a farlo, come può aspettarsi che Sean accetti a sua volta il suo aiuto… e il suo amore?

Recensore
Teddy

Questo è il secondo libro che compone la trilogia “Storie di Seattle” scritta da Con Riley. Comincio affermando che ho trovato “geniale” l’idea di non proporre un banale seguito del primo romanzo (Dopo Ben) ma di scrivere una storia completamente diversa che vede come protagonisti principali alcuni personaggi marginali del primo libro e che relega ad un ruolo di secondo piano quelli che erano stati i protagonisti della prima storia (trovata che si ripeterà anche nella terzo romanzo).
“Salvare Sean” è la storia di Peter Morse, paramedico di Seattle, che soffre ancora per il rifiuto di Theo (nel primo romanzo). Quando però l’uomo che lo ha respinto gli chiede un favore, non riesce a tirarsi indietro.
La sua missione: rintracciare Sean Reid, il fratello in fuga di un’amica comune. Peter comincia la ricerca con poco entusiasmo, finché non trova Sean ferito sul ciglio della strada.

A questo punto si scatena la storia d’amore tra Peter e Sean, due uomini entrambi feriti per motivi diversi, che cercano di sopravvivere ai drammi delle rispettive vite provando a fare qualcosa di cui non sono più capaci: fidarsi del prossimo.
Devo dire che ho trovato la trama di questa seconda storia della serie meno convincente; forse perché la vicenda narrata è poco credibile e a tratti quasi surreale, o forse perché i personaggi principali sono meno convincenti dei protagonisti della prima storia, in alcuni tratti ho fatto fatica ad appassionarmi agli eventi e solo verso la fine del romanzo la trama mi ha conquistato.
Se “ Salvare Sean” fosse stato un romanzo a sé stante, probabilmente lo avrei lasciato a metà, ma il fatto di sapere che la serie prevedeva una terza storia mi ha spinto (o costretto) a non mollare.
Consigliato solo a chi è interessato all’intera saga.

Voto

2 stelle

Editing

Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...