Recensione: L’equilibrista di Mary Calmes

image

Titolo: L’equilibrista
Autore: Mary Calmes
Traduttore: Rebecca Cornia
Editore: Dreamspinner Press
Genere: romance m/m, contemporaneo
Formato: ebook
Pagine: 227
Prezzo: $ 6,99
Data di uscita: 27 luglio 2016

Trama

Il quarantacinquenne professore d’inglese Nathan Qells sa come far sentire importanti tutti quelli che lo incontrano. Gli riesce meno bene, però, rimanere nei paraggi dopo. È una brava persona, ma non percepisce le cose come fanno gli altri. Ha passato molto tempo a prendersi cura di Michael, il ragazzo che abita alla porta accanto, senza rendersi conto che il mafioso e muscoloso zio e tutore di Michael, Andreo Fiore, si è lentamente innamorato di lui.

Fare in modo che Nate lo veda come un potenziale partner è forse il problema minore di Dreo. Sta crescendo il nipote e sta cercando di lasciare il suo losco lavoro e aprire un’attività in proprio, un progetto che si complica infinitamente quando dei sicari eliminano alcuni personaggi chiave della malavita. Eppure, Dreo è determinato a costruire una vita di cui andare fiero, una vita con Nate come fondamento, una vita che sta cominciando ad assomigliare esattamente a ciò che Nate sta cercando. Sfortunatamente per Dreo – e per Nate – i recenti omicidi fanno parte di una profonda riorganizzazione, e l’amore di Dreo ha trasformato Nate in un bersaglio.

Recensore
Mony

Ho amato molto il personaggio principale della storia, Nathan Qells, perché riesce spingere gli altri protagonisti a migliorarsi e gli offre un luogo da poter chiamare casa. Così si costruiscono una serie di rapporti affettivi di diverso tipo: l’amicizia insolubile con la sua migliore amica e madre di suo figlio, quello con il figlio stesso, quello con Ben il marito della ex moglie e quello che ha con Michael Fiore, il suo vicino di casa sedicenne, tutti fondamentali nella sua vita e nella vita degli altri. Ma non ha ancora conosciuto il suo compagno di vita, di conseguenza non sa quel è la differenza tra amare il proprio partner o semplicemente volergli bene, fino a quando Dreo Fiore (Zio di Michael) non è pronto a togliersi la maschera da criminale spaventoso per farsi conoscere per quello che è veramente, in modo da dare a Nate la possibilità di vedere l’uomo che vuole al suo fianco e che ama. Dreo, per amore di Nate e Michael, sente il bisogno di cambiare lavoro. La storia d’amore dal momento che inizia va molto, molto spedita e, come sapete, io non amo questo elemento, che però passa in secondo piano rispetto ai cambiamenti che porta nelle vite di Nathan e Dreo.
L’argomento mafia è affrontato con abbastanza delicatezza e forse a tratti con un po’ di irrealismo.
I ritratti delle famiglie che la Calmes riesce a creare nei suoi libri sono sempre favolosi e vorrei poter conoscere un Nathan Qells nella “vita reale”.

P.S. Anche se il libro è auto conclusivo, Nate è già comparso in un libro della Calmes in veste di ex amante di Duncan Stiel (protagonista di “Stoccata finale”).

Voto
4 stelle

Editing

Prishilla

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...