Recensione: Un insolito corteggiamento di Scotty Cade

UnconventionalCourtshipITLG

Titolo: Un insolito corteggiamento
Autore: Scotty Cade
Traduttore: Marila Napoli
Casa editrice: Dreamspinner Press
Genere: romance m/m
Pagine: 200
Formato: ebook
Prezzo: $6,99
Data d’uscita: 29 dicembre 2015

Trama

Tristan Moreau ama il proprio lavoro come assistente e segretario personale di Webber Kincaid, Presidente, Direttore e Amministratore delegato della Kincaid International. Sarebbe il lavoro perfetto… se solo non si fosse innamorato del proprio capo oltre che del lavoro. Dopo due anni, sta ancora facendo tutto quello che può per tenere nascosti i suoi sentimenti, soprattutto perché vuole proteggere la reputazione del suo famoso capo, ma anche perché vuole conservare il posto.

Webber Kincaid non si è dichiarato e usa la sua migliore amica e confidente come copertura. Tutto nella sua vita prosegue perfettamente finché non incontra Tristan Moreau. In pochi mesi, Tristan gli ha rubato il cuore ed è diventato la sua àncora di salvezza. Ma Webber conosce le regole del mondo del lavoro meglio di chiunque altro, così ha mantenuto le distanze.

Ma due anni sono troppi per continuare a chiedersi ‘cosa succederebbe se…?’, specialmente quando gli affari li portano su un’isola privata nei Caraibi. Quando Tristan e Webber soccombono al calore dei tropici, la professionalità comincia a incrinarsi. Sembra una relazione impossibile, soprattutto sotto l’attenzione costante dei paparazzi: potrebbe essere la migliore, o peggiore, decisione d’affari che abbiano preso.

Recensore
Mony

Webber Kincaid e Tristan Moreau per due anni sono solo il datore di lavoro e il suo assistente, ma un viaggio cambierà tutto.
Personalmente questo libro lo dividerei in due parti fondamentali: la prima, nella quale i due protagonisti costruiscono e vivono la loro relazione privata senza quasi nessun problema (anche se gli elementi di discussione ci sarebbero potuti essere, solo che Webber e Tristan decidono non affrontarli, rimanendo all’interno della loro “bolla”, che è un’isola privata dei Caraibi), una parte che ho trovato dolce, (in certi punti anche troppo), ma carina e l’isola è descritta bene; nella seconda, invece, mi aspettavo decidessero con molta più riflessione come vivere la loro storia d’amore fuori della “bolla” ma ho avuto la sensazione che l’autore, dopo la descrizione delle tre settimane ai Caraibi, avesse fretta di finire il libro.
Carino ma troppo dolce e veloce!

Voto
3 stelle

Editing
Lady Kant.jpg

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...