Recensione: Possession – Ascesa di Valentina C. Brin

image

Titolo: Possession – Ascesa
Autrice: Valentina C. Brin
Casa editrice: self published
Genere: m/m storico, dark
Formato: ebook
Pagine: non ancora pervenute
Prezzo: € 2,99
Data d’uscita: 6 giugno 2016

Trama

Londra, 1680. Per il giovane Charles Rochester, marchese di Bolton ed erede del duca di Norfolk, desiderare un uomo è inaccettabile: la feroce attrazione che il nuovo servo suscita in lui deve essere soffocata a qualunque costo. Tuttavia non è facile costringere il cuore a tacere quando coloro che dovrebbero comprenderti ti tradiscono e l’unica persona leale sembra essere la sola da cui cerchi disperatamente di scappare. Per Dorian Pratt, invece, non c’è speranza: capisce subito di essere perduto non appena posa gli occhi sul suo signore. Sa bene che non potrà mai averlo, eppure impedire al proprio corpo di reagire in sua presenza sembra essere impossibile.

Quando i pericolosi segreti nascosti tra le mura di Norfolk House vengono a galla, tutto precipita. C’è solo un modo in cui Charles può sperare di tenere Dorian con sé, ma per poterci riuscire deve essere pronto a sacrificare il valore più importante che Dio gli ha donato: la propria umanità.

I torti non si perdonano e per il sangue versato c’è sempre un prezzo da pagare.

Recensore
Sunshine

Faccio una piccola premessa prima di dare la mia opinione su questo libro: non sono un’esperta di romance storici.
Qui il libro è ambientato nel 1680 e nel 1681, ma le scene si svolgono per la maggior parte dentro la tenuta del Lord di Rochester, tranne poche che avvengono in una bettola dove gli uomini vanno in cerca di compagnia. Proprio per questo motivo il fatto che l’autrice non sia entrata più nello specifico della storia di quegli anni non ha tolto nulla alla trama.
I personaggi sono ben delineati, sia i principali che i secondari.
A proposito dei due protagonisti vi dirò che non è semplice dare un giudizio. Charles Rochester, figlio del Lord, è un personaggio oscuro i cui unici punti di luce emergono quando è con il servo Dorian. Per lui, e per fare in modo che non lo lasci mai, compirà azioni moralmente condannabili.
Charles ha una paura folle che gli altri gli si ritorcano contro così finisce con l’agire in modo crudele.
Il rapporto con entrambi i genitori è complesso.
La madre che lui ha sempre supportato durante le sue crisi di nervi, al momento del bisogno, lo allontana in malo modo e il padre finirà col minacciarlo.
Il rapporto con il padre è difficile per tanti motivi, primo fra tutti è che se Charles accettasse i sentimenti che nutre il padre e gli errori commessi nel suo matrimonio, dovrebbe accettare se stesso e non è pronto a farlo. Eppure è proprio in nome di ciò che non può ammettere nemmeno con sé che la sua ascesa verso l’oscurità inizierà e continuerà a proseguire inesorabilmente.
Landon, amico di Charles è come il Gatto e la Volpe di Pinocchio o come il Diavoletto sulla spalla… peccato che sull’altra Charles non abbia un Angioletto a fare da contraccolpo! Incoraggia le sue malefatte, lo giustifica e lo aiuta a nascondere le sue colpe. Per niente un bel soggetto, ma è anche l’unico che comprende il lato oscuro di Charles e perciò quest’ultimo si sente capito e accettato per ciò che è.
Dorian è un orfano, ora servo nella tenuta Rochester, e malgrado un’azione dettata dalla disperazione, ha un animo candido e buono. È l’unica speranza, l’unica nota positiva nella vita di Charles. L’attrazione e l’amore che prova per Charles è talmente forte e destabilizzante da non poterlo contrastare.
Ancora adesso a distanza di giorni dalla lettura non so dire se Charles sia un personaggio che amo o che odio e il fatto che sia ancora qui a pensarci mi induce a pensare che l’autrice abbia fatto un ottimo lavoro con questo personaggio.
Il libro è stato curato molto bene, l’editing è presente e si vede, la scrittura è fluida e piacevole.
Se devo trovare una nota negativa è il finale: l’autrice ci lascia in sospeso in un momento cruciale del libro.
Non posso che giudicare positivamente questa lettura e consigliarla ai lettori.

Voto
4 stelle e mezza

Editing
Sirena

Annunci

2 thoughts on “Recensione: Possession – Ascesa di Valentina C. Brin

  1. Ciao Sunshine, innanzi tutto scusami per il ritardo con cui passo a lasciare un piccolo ringraziamento, ma tra il lavoro, i bei fine settimana in cui si fugge in piscina e la poca resistenza davanti al pc bollente, ho lasciato un po’ indietro le recensioni ai miei romanzi. Ad ogni modo, eccomi qui! Grazie per le belle parole, sapere che Possession – Ascesa ti sia piaciuto mi riempie di gioia! Inutile dire poi che saperti in bilico riguardo a Charles è l’onore più grande!! *_____* Grazie di cuore :*

    Valentina C. Brin

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...