Recensione: Il nascondiglio di Amy Lane

image

Titolo: Il nascondiglio
Autrice: Amy Lane
Traduttore: Caterina Bolognesi
Casa editrice: Dreamspinner Press
Genere: romance m/m, contemporaneo
Formato: ebook
Pagine: 229
Prezzo: $ 6,99
Data d’uscita: 17 maggio 2016

Trama

L’infanzia di Terrell Washington è stata una tripla schifezza: non c’è nessun vantaggio a essere nero, gay e povero in America. Terrell si è fatto strada fuori dal ghetto solo per colpire un soffitto di cristallo e trovarsi imprigionato nel ristorante di una popolare catena a fare il barista con una laurea in giornalismo. L’unica nota positiva è Colby Meyers, un suo collega che non ha paure o inibizioni e che non conosce limiti. Terrell e Colby passano l’estate al fiume e le loro pause sul retro del Papiano. Per quanto Terrell sia terrorizzato all’idea di uscire allo scoperto, gli è impossibile stare lontano dal magnetico sorriso di Colby e dalla sua risata contagiosa.

Ma Colby ha finito l’università, adesso, e ha grandi progetti per il futuro… progetti che Terrell è certo che lasceranno il suo nero culo secco nella polvere di Sacramento, fino a un momento mozzafiato, rubato nel mezzo del caos del ristorante, che gli dice che potrebbe sbagliarsi. Quando quell’istante viene infranto da un mistero e da un atto di violenza, Terrell e Colby rimangono con due rompicapi da risolvere: chi ha ucciso quel furfante del loro capo e come potranno far confluire le loro vite, il loro nero e il loro bianco, in un unico scintillante futuro?

Recensore

Mony

Una storia che descrive come funziona male il mondo in alcuni casi, e come dovrebbe essere in realtà, con questa storia d’amore che unisce i colori.
Ecco la mia dichiarazione d’amore a Amy Lane!
Terrell è un ragazzo afroamericano che lavora in un ristorante a Sacramento, ed è colui attraverso il quale si segue la storia. Un aspetto importantissimo perchè così si sottolinea la barriera che Terrell ha creato fra il mondo e il vero sé, pur di restare in equilibrio e sopravvivere. Tutto questo si evidenzia maggiormente quando non si relaziona positivamente con Colby, atteggiamento che io ho scambiato per freddezza, e quindi un diverso stile dell’autrice, che sa spezzarti il cuore, ma poi riaggiustarlo quando Terrell è pronto a fidarsi quasi completamente del suo ragazzo che gli vuole offrire se stesso e la possibilità di vedere il mondo e di contribuire a migliorarlo.

“Ti amo. Sono innamorato di te. Morirei per te, cazzo. Voglio stare con te per sempre. Voglio guardarti fare cose eccezionali ed essere al tuo fianco. Voglio guardarti invecchiare e voglio che tu sia con me mentre invecchio, senza pensare che sia una brutta cosa. Voglio portarti a fare bungee jumping e anche se non saltiamo da quella rupe, ponte o elicottero, voglio sentirti urlare come se ti scuoiassero e dirmi che sono un stupido.
Voglio toccarti ogni notte, anche se stiamo soltanto dormendo. Sono innamorato di te da almeno un anno. Ho rifiutato offerte, detto di no ad appuntamenti, cambiato turni il giorno del compleanno di mia sorella o di mia madre e ho rinunciato a un viaggio a est per rivedere mia nonna, solo per avere i miei dieci minuti con te sul retro. Ho lavorato lo scorso Natale, nonostante la cucina di mia madre, che è una cosa davvero impressionante, per darti quel dannato pulsante, e tutto quello che chiedevo in cambio, anche solo per una volta, era che tu mi dessi un’occasione per baciarti e che mi baciassi a tua volta.”
( Colby dona se stesso e il suo amore a Terrell)

“Hai capito che non era il modo giusto per cambiare le cose. Io sto dando un’occasione per prendere una penna, che è qualcosa per cui hai studiato, ricordi? Di afferrare la mia mano e di partire, per cercare di fare quei cambiamenti in un modo migliore.”
La mano di Colby era sul suo ginocchio e Terrell la coprì automaticamente con la propria, perchè sembrava nuda e vulnerabile, lì, tutta rosa e fredda.”
(Colby che offre il mondo e la possibilità di migliorarlo al suo ragazzo)

 

Terrell mostra a Colby tutta la rabbia, la frustrazione e la perdita di speranza nei confronti dell’umanità per il fatto che per tutta la sua vita ha dovuto lottare contro delle “persone” che lo odiano solo per il colore della sua pelle e, nonostante tutti gli sforzi, non riesce a cambiare vita e quindi a trovare un modo per superare ed eliminare il razzismo e le discriminazioni. Così facendo mostra anche ai lettori il senso della sua freddezza e il significato della storia: solo l’amore è in grado di eliminare l’odio che l’essere umano è capace di provare.

 

“Il computer proseguì e lui era di nuovo lì, sudato, in lacrime e a torso nudo.
La violenza non è la risposta. Il pacifismo non è la risposta. L’istruzione non è la risposta. Dio… dimmi… quale cazzo è la risposta?”
(Terrell si mostra completamente al suo ragazzo)

Tutto questo libro è sublime perché è reale da far male, ma lo è anche tanto da far innamorare i lettori!

Voto

5 stelle

Editing

Lady Kant.jpg

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...