Blog tour: Le viaggiatrici d’inverno di S.M. May

TERZA TAPPA: RACCONTO “IL BUON SOLDATO”

image
Estratto
Il gelo aveva disegnato candide geometrie sul casco di Males.
In ginocchio, appostata a meno di due leghe alle sue spalle, Ju si sforzava di non farsi distrarre dai disegni che apparivano e sparivano sulla superficie della sua calotta protettiva.
Occorreva calma e concentrazione.
Piuttosto, il suo sguardo sarebbe dovuto rimanere puntato sullo spiazzo che si apriva davanti a loro, illuminato soltanto in parte dal faro di ricognizione, e sul profilo della collina di neve nera che lo sovrastava.
Tutto era ancora immobile, immobile come il turno prima, e come tre, quattro, persino dieci turni prima, e tutto dava l’impressione di non dover mai mutare.
Forse sarebbero rimasti lì per sempre, lei e Males, impegnati in un costante stato di allerta, solo per cercare di mantenersi in equilibrio sul manto gelido, sorvegliando i fiocchi che variavano la loro inclinazione nella tempesta, cercando di distinguere le diverse sfumature di azzurro e viola imprigionate nel ghiaccio.
Anche se entrambi sapevano che non sarebbe sempre andata così. Da là, proprio dalla sommità della collina, prima o poi sarebbero arrivati.

CODICE RAFFLECOPTER (cliccare sul link per partecipare al giveaway)

a Rafflecopter giveaway

PROSSIMA TAPPA DEL BLOG TOUR: 20 GIUGNO SU “INSAZIABILI LETTURE” image

Recensore

Ironlady

Oscurità.
Ecco cosa si percepisce. Sia chiaro, non è una cosa negativa, anzi, non è facile descrivere ambientazioni diverse ma far percepire ai lettori questo “stato d’animo”.
Sette racconti scritti in modo sublime, sette ambientazioni diverse, di racconto in racconto questo libro scivola via e al termine fai i conti con la storia che ti è piaciuta di più e quella che ti è piaciuta di meno.
image

Le ambientazioni sono una diversa dall’altra, passi da un treno in un’epoca non meglio precisata a viaggi interplanetari in un batter ciglio, da lande desolate e ghiacciate alla luce e agli sfarzi di un matrimonio. Personaggi diversi e affascinati, alcuni arroganti, altri piacevoli, malinconici e disillusi, ma tutti ricchi di storie anche non raccontate, creature misteriose e affascinanti ben raccontate.
Questi cambi di scena dei diversi racconti non ti destabilizzano, anzi, sono una ventata di aria fresca che ti colpiscono e ti sorprendono come in una giornata afosa.
Vivi intensamente ogni ambientazione, si percepisce la passione attraverso le parole; si capisce che l’autrice si è divertita nello scrivere questo libro e si percepisce l’impegno e la ricercatezza nei particolari.
Come ho detto in precedenza, ci sono racconti che si apprezzano di più e altri meno. Chi può dire cosa si cela dentro una donna seduta in un vagone di un treno con delle braccia tanto esili da far pensare a un soldato, ma ingenua e delicata. Cosa pensa e prova un soldato quando un suo commilitone inizia a pensare con la sua testa e a vedere gli angeli sotto un’altra luce? Una donna che non ubbidisce al marito, sull’unico ordine ricevuto, cosa vedrà oltre il malessere del suo stato d’animo?

image

L’universo è infinito e bisogna essere degli ottimi comandanti ed Eva lo sa, ma il suo “essere donna” purtroppo la penalizza agli occhi di molti, ma non di tutti perché non tutti gli uomini sono ottusi, e un nuovo mondo vuol dire un nuovo inizio. Cosa siamo? La nostra natura, il nostro io, nascosto o dormiente che sia. L’amore a volte va oltre gli obblighi, va oltre il sesso, va oltre le apparenze. L’amore segue il suo corso, costi quel che costi, ed è giusto così. Un mondo oscuro, eletti che detengono la conoscenza, ma a che pro? Per nascondere la verità e tenere gli adepti in una cieca ignoranza per indottrinarli a scopi egoistici, ma la verità viene sempre fuori, e sta a noi coglierla.
Domande che hanno una risposta, a volte strana, o che non ti aspetti, o insensata e ingiusta, o a volte giusta, ma tutto ha un senso in un lungo viaggio chiamato Inverno.

Voto

3 stelle

Editing

Lady Kant.jpg

Annunci

4 thoughts on “Blog tour: Le viaggiatrici d’inverno di S.M. May

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...