Recensione : Sei pietre bianche di Daisy Franchetto

12546217_10207880066820514_43395238_o

 

Titolo: Sei pietre bianche
Autrice: Daisy Franchetto
Casa editrice: Lettere Animate Editore
Genere: fantasy
Formato: e-book
Pagine: 328
Prezzo: € 1,99
Data d’uscita: 30 dicembre 2015

Trama

Pensato come prosieguo di Dodici Porte, primo romanzo della trilogia che ha come protagonista Lunar, Sei Pietre Bianche è stato concepito con una narrazione che lo rende un romanzo indipendente, che può essere letto e apprezzato anche da chi non conosce il primo episodio.

Sei pietre bianche che circondano un obelisco nero.
Sei varchi dimensionali.
Un nuovo viaggio alla scoperta delle proprie origini.
Un bambino da salvare, una Dimensione corrotta da una materia oscura, un Amore che ha atteso cento anni per potersi annunciare.
Lunar è tornata.

A tre anni dall’esperienza nella Casa e dalla violenza che l’ha messa di fronte a un duro processo di trasformazione, la giovane protagonista di Dodici Porte non è più una ragazzina. Abita da sola in un piccolo appartamento in città, studia e lavora. Accanto a lei il fedele cane Sinbad, su cui grava una maledizione che Lunar non conosce, e l’anello che le ricorda costantemente il legame con la Terra dei Morti.
Dopo l’ultima visione avuta fuori dalla Casa, nella quale un bambino veniva rapito da un gigante, la giovane non ha più avuto esperienze del genere, o contatti con altre Dimensioni. A volte stenta a credere che ciò che ha vissuto nella Casa sia davvero accaduto. Ma c’è l’amico Sinbad a ricordarle chi lei sia.
Lunar ha stretto amicizia con Odilon, un bambino dal passato misterioso che vive in orfanotrofio. Proprio la scomparsa del piccolo, ad opera di un essere spaventoso, riporterà la nostra protagonista e il suo amico a quattro zampe a contatto con le Dimensioni parallele.
Lunar e Sinbad, con l’aiuto di Altea, proveniente dai Cieli Razionali, si metteranno sulle tracce dei rapitori di Odilon. Ha inizio il viaggio attraverso sei portali dimensionali rapprensentati da sei lapidi bianche.
Di nuovo un percorso che è insieme scoperta di se stessi e di luoghi sconosciuti.
Di nuovo avventure formidabili che svelano quanto ci sia di sublime e oscuro nell’inconscio.

Recensore :

Rosy

 

Ciao a tutti, oggi voglio parlarvi del secondo libro do Daidy Franchetto , le Sei Pietre Bianche.
Vi avevo parlato del precedente libro dove vi suggerivo di leggerlo perchè era molto bello e pieno di avventure, anche in questo posso dirvi che non vi staccherete dalle pagine fino alla fine del libro.
Anche qui la protagonista è Lunar con l’amico fidato Sinbad, che poi si scoprirà esser tutt’altro che amico ma dovete leggere il libri per sapere cosa significano l’una per l’altro.
Anche in questo libro la scrittrice riesce a tenere viva la curiosità del lettore, con avventure in mondi paralleli, conosceremo nuovi personaggi, rincontreremo alcuni dei vecchi amici da Lunar conosciuti nel libro precedente, ho trovato la storia entusiasmante, bella e scritta bene, i personaggi mi sono piaciuti molto, le avventure che hanno condiviso e vissuto separatamente unendosi ad altri nuovi arrivati.
E devo anche ammettere di esser scioccata per la fine che ha scelto la nostra scrittrice, mi sono commossa ed ho avuto un attimo di esitazione perché non volevo sia che il libro finisse e x come era finito.
Detto ciò aspetto con ansia il prossimo libro, spero di leggere un’altra fantastica storia di Lunar e i suoi amici.

Voto:

4 stelle

 

Editing :

Lady Kant.jpg

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...