Recensione: Baci sporchi – Dirty kiss di Rhys Ford

DirtyKissITLG

Titolo: Baci sporchi – Dirty Kiss
Autore: Rhys Ford
Traduttore: Cornelia Grey
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Genere: romance m/m, poliziesco
Pagine: 224
Formato: e-book
Pezzo: $6.99
Data d’uscita: 2 febbraio 2016

Trama

Cole Kenjiro McGinnis, ex-poliziotto e investigatore privato, sta cercando di superare la morte del suo amante, avvenuta durante una sparatoria, quando gli capita un’indagine apparentemente di routine. Investigare l’apparente suicidio del figlio di un importante uomo d’affari coreano si rivela subito un incarico tutt’altro che ordinario, specialmente quando Cole incontra Kim Jae-Min, il bel cugino del defunto.

Il cugino di Jae-Min aveva un piccolo, sporco segreto, uno che Cole conosce da tutta la vita e che Jae-Min sta ancora nascondendo alla sua famiglia. L’indagine porta Cole da ville eleganti e squallidi appuntamenti segreti di amanti fino al Dirty Kiss, il locale dove i ricchi vanno a soddisfare con discrezione i desideri di cui le loro famiglie troppo tradizionali preferirebbero non sapere niente.

Inoltre porta Cole McGinnis fra le braccia di Jae-Min, ma questo potrebbe essere un problema. La morte del cugino di Jae-Min appare sempre meno un suicidio, e il ragazzo appare sempre più un bersaglio. Cole ha già perso un amante per una morte violenta: non perderà anche Jae-Min.

Recensore

Princesse Belle

“Baci sporchi” è il primo romanzo della serie “Un’indagine di Cole McGinnis”.
I protagonisti sono uomini complessi e feriti dalla vita che si incontrano durante un’indagine sulla morte del cugino di Jae, avvenuta in un locale gay. Cole deve stabilire se si è trattato di un suicidio, così come tutti vogliono credere, o di un omicidio, come lui pensa che sia.
Ho trovato il personaggio di Cole ben costruito. È molto divertente e dolce ma con qualche “problema” dovuto al suo passato. Ho sperato, durante la lettura, di sapere cosa gli fosse accaduto, ma lui, o meglio l’autrice, continuava a centellinare le notizie. Briciole che non riuscivano a colmare la mia fame di curiosità e, soltanto alla fine, ci è dato sapere cosa gli sia effettivamente accaduto.
Jae, dal canto suo, per quanto sia stato caratterizzato magnificamente, possiede un certo modo di fare che mi ha infastidita: nasconde la verità. Ok, va bene, la cultura coreana é rigorosa e non ammette gay e va da sé che il comportamento di Jae era perfetto per il suo ruolo, nel mondo che conosce, ma nascondere le cose… Come dicevo, però, questo è un mio limite.
Anche i personaggi secondari mi hanno divertita, come ad esempio Claudia, l’assistente di Cole. Una donna determinata e tosta ma nello stesso tempo che si prende cura di Cole come se fosse uno dei suoi figli. Mike, il fratello di Cole l’ho trovato divertente e amorevole. Bobby, un amico di Cole, ex poliziotto, mi è subito apparso simpatico.
Infine Scarlet, una trans amica di Cole, ma anche di Jae (non vi spiego come fa a conoscere entrambi altrimenti svelo troppo).
In conclusione il romanzo mi è piaciuto molto e, se posso essere sincera, vorrei sapere di più sulla storia dei protagonisti ma anche su Scarlett. La storia è piena di suspense ma nello stesso tempo è una storia d’amore dolcissima e intensa.

Voto

3 stelle e mezzo

Editing

Lady Kant.jpg

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...