Recensione: Nascosti dal mondo di J. W. Kilhey

12592710_925136014222531_4918545769359981357_n

Titolo: Nascosti dal mondo
Titolo originale: Hidden Away
Autore: J. W. Kilhey
Traduttrice: Barbara Cinelli
Genere: Storico
Pagine: 370
Formato: epub, mobi, pdf
Prezzo: € 5,99
Data d’uscita: 27 gennaio 2016

Trama

Franklin D. Roosevelt ha detto: “Nessun uomo e nessuna forza possono abolire la memoria.”
John Oakes e Kurt Fournier sono la prova vivente della verità dietro quelle parole. Sin dai tempi degli orrori della Seconda Guerra Mondiale, John e Kurt hanno arrancato per portare avanti le loro esistenze, sanguinando da ferite che non sono mai guarite. Ora si ritrovano nel 1950: la guerra può essere finita, ma la battaglia per trovare la pace è appena iniziata.

John, dottorando alla UC Berkeley e veterano, fluttua attraverso la vita del dopoguerra fino a quando coglie il misterioso Kurt a suonare di nascosto un pianoforte all’università. John pensa di poter trovare un po’ di conforto in compagnia di Kurt, ma non sa come creare una connessione con quell’uomo che vive una vita di prudente solitudine.
Senso di colpa e rammarico minacciano di invalidare le loro speranze di avere una vita normale. Nessun uomo è un’isola, quindi John e Kurt devono mettere a rischio il loro cuore per trovare la felicità. Sfortunatamente, i ricordi e le paure possono paralizzare anche la persona più forte.

Recensore

Teddy

Ho appena terminato di leggere il romanzo e mi rendo conto che sto provando tutta una serie di emozioni diverse: infinita tristezza, profondo dolore, disgusto per quanto è successo, rabbia e soprattutto paura. Paura che tutta la sofferenza patita dagli omosessuali durante il nazismo possa in qualche modo tornare a invadere il nostro mondo. Purtroppo in alcune zone del mondo l’omosessualità è ancora un reato e anche nella nostra nazione ci sono persone che ancora vedono gli omosessuali come qualcosa di innaturale e che cercano di relegarli al ruolo di cittadini di serie B, con meno diritti di chi invece ha creato una famiglia tradizionale.
Il romanzo racconta la storia di una coppia di musicisti omosessuali durante il nazismo. L’autrice riesce a mantenere un equilibrio perfetto nella narrazione limitandosi a raccontare i fatti senza mai dare giudizi sui comportamenti di una e dell’altra fazione. I personaggi sono descritti in maniera così precisa e approfondita da farti pensare, anzi temere, che siano realmente esistiti e abbiano realmente affrontato quanto raccontato. Sono devastato al pensiero di quanti Kurt e Peter siano esistiti e di quanta sofferenza abbiamo patito, non solo in prima persona ma anche e soprattutto nel vedere il proprio amato sottoposto a ferocia inaudita. L’aspetto che mi ha più spaventato di tutta la storia è proprio l’idea di trovarmi in una situazione in cui la persona che amo venga percossa e torturata davanti ai miei occhi senza che io possa far niente per impedirlo. Grande merito va all’autrice di questo romanzo storico, che ha voluto raccontare una parte degli orrori del fascismo per troppo tempo tenuta nascosta. Questo libro merita di stare al fianco di altri romanzi come “Il diario di Anna Frank “La lista di Schindler” o “Se questo è un uomo”, con la stessa dignità e dovrebbe essere letto da tutti coloro che credono ancora di poter decidere cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, chi debba vivere e chi debba morire e che odiano tutto quanto sia diverso da loro.
Un libro assolutamente da non perdere.

Voto
5 stelle

Editing
Sirena

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...