Recensione: Il mio eroe di Max Vos

cover my hero in italiano

Titolo: Il mio Eroe
Titolo originale: My Hero
Autore: Max Vos
Traduzione: Francesca Giraudo
Genere: Contemporaneo romance m/m
Formato: E-book – paperback
Data d’uscita: 5 novembre 2015

Trama

Quando aveva sedici anni, Rich Miller salvò un ragazzo mentre stava annegando in piscina. Non poteva sapere che anni dopo, come studente anziano del college e speranza olimpica nei tuffi, Rich avrebbe incontrato ancora una volta Johnny Milloway, diventato nel frattempo un grande giocatore di football – e quando Rich dice grande, intende proprio come un ‘orso’. Il timido giocatore si ricorda del suo soccorritore, e così i due ragazzi diventano amici.
Johnny non è scoraggiato dal fatto che Rich sia gay. Anzi, più trascorre del tempo con lui, più diventa curioso. Vuole conoscere tutto di quel mondo, come ad esempio, cosa significhi baciare un ragazzo. Solo che non riesce a fermarsi lì.
Rich non crede che questo rapporto possa andare avanti; Johnny è etero e lui non se la sente di affrontare l’angoscia e il dolore che ne potrebbero derivare in futuro. Ha già fin troppe cose a cui pensare e il titolo di Campione del mondo è a portata di mano, mentre suo padre preferisce guardare una partita di football piuttosto che perdere tempo seguendo i tuffi del figlio. Ma Rich non ha fatto i conti con la determinazione di Johnny, e averlo nella sua vita potrebbe rivelarsi un catalizzatore di cambiamenti pronti a sconvolgerlo.

Recensore

Princesse Belle

 

Vorrei cominciare col dire che questo è il secondo romanzo che leggo di questo autore e confesso che mi è piaciuto molto di più del primo. La storia inizia con i nostri protagonisti che diventano amici durante il college, anche se si erano già incontrati alcuni anni prima, quando Rick, il nostro gay consapevole e dichiarato, aveva salvato Johnny dall’annegamento. Dal loro secondo incontro, l’ amicizia tra loro cresce e più tempo passano insieme e più Johnny diventa “curioso”, vuole sapere come sarebbe baciare un ragazzo, per esempio, ma ovviamente non si fermano lì.
Johnny chiederà a Rick di “sperimentare” qualcosa di più, e questa decisione porterà delle conseguenze e delle decisioni che potrei definire discutibili.
Mi è piaciuta molto la famiglia di Johnny, i Malloway, ma questo perché si comportano da persone “perbene” e di conseguenza, sotto quel punto di vista i ragazzi non hanno nessun problema, anzi sarà la famiglia di Johnny che cercherà di appianare le divergenze tra Rick e suo padre.
Un personaggio che ho trovato molto ben caratterizzato è la cugina di Johnny, Anita, una ragazza che va dritta al punto, onesta e divertente.
Johnny è un “orsacchiotto” grande e grosso e l’ho adorato fin dall’inizio (anche se ha preso delle decisioni che mi hanno irritata), ma ha anche imparato ad accettare se stesso e mi è piaciuto molto come Rick lo guidi senza però “spingerlo” in una certa direzione.
In conclusione “Il mio eroe” è una storia molto dolce, non ci sono grandi drammi familiari e tutto si risolve per il meglio,forse con un po’ troppa semplicità, ma a volte abbiamo bisogno anche di questo.

Voto

4 stelle

Editing

Lady Kant.jpg

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...