Emozioni in giro per il mondo: Hay-on-Wye, Galles – la città dei libri usati

12304183_10205324413135478_8265964465056083096_o
Scaffali di libri, montagne di libri, librerie a cielo aperto e un famoso festival sui libri. Nella Contea di Powys, a un 12316394_10205324411655441_7400184679927419705_npasso dal confine inglese e a 1 ora d’auto da Cardiff, si trova, neanche a dirlo, la città dei libri. Ad Hay-on-Wye (Y Gelli, in gaelico) ci sono molti più libri che persone. I 1500 abitanti dispongono infatti di oltre 40 bookshop che contengono migliaia di volumi soprattutto di seconda mano.

A iniziare la tradizione del libro usato e a fare la fortuna della sua città, fu un certo Richard Booth, classe 1938. Tutto cominciò nel 1961 quando Mr. Booth aprì la sua prima libreria a Hay riempendola di reminders 12311227_10205324412615465_9057899755668802563_nfatti arrivare appositamente dagli Stati Uniti. Risultato, un piccolo e stipatissimo spaccio del libro usato, ricavato in una ex caserma dei pompieri e che nel giro di pochi anni sarebbe diventato la più grande libreria di seconda mano d’Europa. Più tardi il signor Booth, abile commerciante con indole da pubblicitario, proclamò Hay-on-Wye stato indipendente e si auto-elesse re con tanto di corona di cartone, scettro e mantella di (finto) ermellino. L’operazione riuscì. Hay-on-Wye balzò alle cronache di tutto il mondo e uno stuolo di “sudditi”, cittadini apprendisti librai, ne seguì le orme, aprendo ad Hay spazi dove acquistare o prendere in 12294748_10205324412015450_8731213350268583976_nprestito libri di ogni genere e foggia, usati e non. Oggi a Hay-on-Wye ci sono librerie come la Murder and Mayhem, specializzata in libri noir, come si evince dal macabro arredo, o la Rose’s Books, il cui vanto sono invece in libri per l’infanzia. Oppure la Booths Bookshop, la più prestigiosa, sviluppata su tre piani straripanti di volumi da sfogliare senza fretta ai tavolini della caffetteria interna o su qualche comodo divanetto.

Ma le librerie a Hay non sono gli unici luoghi in cui scovare una nuova ed entusiasmante lettura. Ogni angolo della città trabocca di libri. Capita di imbattersi così, lungo la strada, in una piccola libreria in legno, magari appesa alla facciata di un edifico o all’angolo di un incrocio, senza nessun venditore ambulante nei paraggi, perché qui il book crossing è di casa.12301640_10205324412095452_4745847357422189879_n Anche l’esterno dell’imponente castello cittadino (XIII secolo), conta file interminabili di libri in vendita: 1 sterlina per quelli con copertina rigida, 50 centesimi per gli altri, e, di nuovo, nessuna cassa o cassiere. I soldi si inseriscono in un’apposita cassetta rossa all’entrata del castello, ennesimo esempio cittadino di “honesty bookshops”. Oggi il castello, in cui stabilì la sua fissa dimora “King Booth” trasferendosi con i suoi amati e usati libri, è gestito dalla Hay Castle Trust, fondazione no-profit per la preservazione di questo luogo storico e la gestione della sua attuale destinazione d’uso: un luogo di cultura in tutte le sue forme, opportunità, istruzione e divertimento.
Ad accrescere ulteriormente l’eco della città e a renderla un punto di riferimento europeo, è stato un festival letterario inaugurato nel 1988 e patrocinato dal quotidiano inglese The Guardian. Il Festival della Letteratura di Hay si tiene ogni anno nel mese di maggio e attira migliaia di persone da tutto il mondo. Scrittori, politici, editori, musicisti, poeti, comici, scienziati, filosofi e semplici appassionati di libri e storie si radunano nelle librerie, in spazi esterni e nello stesso castello medievale (le prevendite degli incontri sono già disponibili sul sito ufficiale e il festival mette a disposizione già dal febbraio di ogni anno un servizio di bedfinder per indirizzare i visitatori sulla sistemazione del loro soggiorno). Tra gli ospiti più illustri delle edizioni passate del festival, Bill Clinton che nel 2002 ribattezzò la cittadina “Woodstock of the mind”.

Rily

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...