Recensione libro : Miriam di Monica Lombardi

Miriam coverTitolo:Miriam
Autore:Monica Lombardi
Genere: Romantic Suspance
Editore: Emma Books
Collana: GD Team #3.5
Prezzo: € 1,99
Formato digitale
Uscita: Ottobre 2015

Trama

Quando Alex e GD hanno convinto Xavier a lasciare il Brasile insieme a loro, lo hanno fatto con una promessa: aiutarlo a ritrovare Miriam, una donna di cui il giovane ha rivelato poco altro, a parte il nome. Ora, meno di un mese dopo quella promessa, David Langdon ha delle notizie, ma non crede che Xavier sarà contento di sentirle.
Strappato a un passato difficile a cui è sopravvissuto da solo, Xavier è attirato dal calore delle persone che circondano la sorella, ma fa fatica a sentirsi davvero parte di un mondo tanto lontano da quello in cui ha vissuto finora. I due mondi sono così diversi che a volte ha l’impressione di sognare, fino a chiedersi se dovrà fare presto i conti con un brusco risveglio. O è forse la sua vita precedente che sta scivolando in una dimensione irreale? Anche Miriam è stata solo un sogno, destinato a svanire per sempre?

Recensore:

ziza sabri

Torna per la mia gioia il Team di Monica Lombardi. Come avrete capito non sono andata per il sottile adoro questa serie.
Ma conosciamo più da vicino i protagonisti di questa novella. Xavier, il fratello di Alex, ormai integrato nella famiglia (perché ormai si tratta di questo e non più solo un gruppo di professionisti scelti da GD in persona) e Miriam, l’amica e forse qualcosa di più, rimasta in Brasile e mai dimenticata.

Miriam 2Due adolescenti che la vita ha reso adulti molto presto. Violenza e soprusi non sono riusciti a sporcare la loro amicizia, sbocciata poi in una tenera e dolce storia d’amore. Un angolo di paradiso nel loro buio quotidiano. Ma il destino… ci mette lo zampino i due ragazzi si perdono. Xavier viene in Europa, anche se il suo cuore rimane in Brasile: vuole ritrovare Miriam. Complice una festa per la presentazione di un calciatore brasiliano (altra mia grande passione: il calcio. Vedete che serve a qualcosa!) alla quale partecipa insieme a GD.
Una foto comparsa su un giornale d’oltreoceano e un’inattesa telefonata riaccendono le speranze di Xavier e di tutto il team per le sorti di Miriam.
E qui mi fermo, non aggiungo altro per non togliervi il piacere della lettura.
Rispetto alle precedenti novelle, la Lombardi da un po’ più di spazio ai suoi personaggi rendendo questa storia molto più corale.
Troviamo Buck e Alex al ritorno da una vacanza, quasi una luna di miele in prova.
Nicky e Jet alla ricerca di una casa.Naturalmente sempre con l’ironia che lo contraddistingue a farla da padrone.
Adorabile come sempre, anche in una frase bellissima rivolta a Nicky che lascia ben sperare nel futuro MAGARI!!! David sempre più coinvolto: mi è rimasta impressa una scena di una sera davanti al distributore di bibite (grazie Monica).

Miriam 3Sono innamorata di questa serie e la consiglio caldamente: ha qualcosa di magico, mi fa sognare ad occhi aperti, mi perdo nella lettura delle avventure dei personaggi che prendono vita dall’estro della Lombardi.
Rispetto ai libri, nelle novelle il lato romantico prevale sul lato suspense, ma non intacca minimamente il risultato finale, che è brillante ed emozionate.
E che finale ha riservato per noi lettrici! Molto dolce! In attesa del prossimo libro, mi tengo stretto questo.

 

Non mi resta che dare il benvenuto alla nuova coppia Xavier e Miriam .
A Monica Lombardi missione compiuta: sono sempre più presa dai tuoi personaggi, grazie, continua così.

Consigliatissimo!!!!

Cit:

Miriam:
Si aggrappò di nuovo ai ricordi di quella notte lontana, a quello che il sogno avrebbe dovuto mostrare. Si aggrappò al momento in cui Xavier era venuto a salvarla.
Xavier & Buck:
Si accorse di non essere più solo ancora prima di vedere con la coda dell’occhio la sagoma di Buck avvicinarsi. «Non dormivi, o hai il sonno leggero?» gli chiese quando gli si fu affiancato. «La seconda. Effetto collaterale di anni di servizio attivo, l’essere messo in allerta dal minimo rumore. Può salvarti la pelle.» Buck doveva essere passato dalla cucina, perché aveva in mano una bottiglietta d’acqua. L’aprì e gliela porse. Xavier bevve due sorsi, poi Buck fece altrettanto. «Tu?» gli domandò. «Io dormivo. Poi… sogni.» Buck annuì. «A Maceiò» disse poco dopo, «quando giravi con quella Taurus, mi avevi raccontato che non ti saresti più fatto trovare disarmato perché una persona si era affidata a te e tu non eri stato preparato. Quella persona era Miriam, vero?»
«Sì, era lei.»
«Volevo portarla con me, volevo prenderla in braccio….»
«Mi ha spinto via» sussurrò, con un filo di voce.
Lo sguardo di Buck non lo lasciò ma, anziché risultare invadente, era rassicurante. La sua non era sterile curiosità: era alla ricerca di dati, di una soluzione. Soprattutto di una soluzione. All’improvviso realizzò che, se quell’uomo avesse davvero finito per sposare sua sorella, sarebbe diventato suo cognato, una sorta di fratello maggiore.
Buck & Alex:
Il sorriso di Alex si allargò quando vide lo stupore dipingersi sul volto del suo uomo. Buck però si riprese in fretta. «Dio, Jet, ti ho avuto come compagno di stanza due volte ed è stato un disastro, entrambe le volte.» «Sì, be’, questa volta ci sarebbe Nicky che mi tiene al guinzaglio.» Attraverso il piccolo apparecchio ancorato alla console, nell’auto arrivarono dei suoni attutiti insieme alla voce alterata di Nicole. «Vi lasciamo alla vostra lotta con i cuscini, ci aggiorniamo tra un paio d’ore.
GD:
«Chiudi la porta» gli intimò. «Gli uomini adulti non fuggono quando le cose non vanno come vogliono loro» aggiunse. Xavier tornò a voltarsi verso di lui. Dio quanto gli ricordava la giovane Alex in quel momento. Anche se di colore diverso, gli occhi erano gli stessi: quelli di un cerbiatto spaventato, pronto a scappare via.
Una porta si aprì in fondo al corridoio. Jet fu in allerta prima di lui. Sbucarono due uomini, e Jet dovette riconoscerli prima di lui perché si riappoggiò alla parete. «Avete rimboccato le coperte a Digger?» s’informò quando Buck e GD li ebbero raggiunti. «Bisogna pure che qualcuno spenga il computer a quel ragazzo, altrimenti non dorme» replicò il team leader, mettendosi a studiare i prodotti che il distributore automatico offriva. «Potevate invitarlo al nostro festino.» «Niente champagne» concluse Buck guardando il grande capo. «Molto divertente» commentò GD mettendosi a sedere anche lui per terra. Xavier pensò che faceva effetto vedere David G. Langdon seduto per terra. Anche ora che indossava dei jeans neri e una camicia bianca, non riusciva a staccare la sua immagine dalla combinazione villa-Porsche-smoking.
Xavier & Miriam :
Si voltò e posò le labbra sui capelli castani di Miriam. «Sono in gamba, ti piaceranno.».

Voto :

5 stelle

Editing:

Sirena

Progetto Grafico :

Federica

Annunci

One thought on “Recensione libro : Miriam di Monica Lombardi

  1. Grazie a te Ziza! ❤ Ho "scoperto" la storia di Xavier e Miriam mentre stavo scrivendo la novella precedente, "Alex". Già allora sapevo che cos'era successo tra loro. Quello che non sapevo era come sarebbe finita. Ma, quando GD si mette in testa una cosa, e ha tutto il Team alle sue spalle, non c'è storia: era chiaro che questi due ragazzi avrebbero avuto ben più di una chance 🙂
    Miriam e Xavier mi hanno sorpreso ed emozionato. Sono felice che stiano avendo questo effetto anche sui lettori.
    Un abbraccio e a presto!
    P.S. Jet fa e dice sempre quel cavolo che vuole, è totalmente a briglia sciolta 😉 😛

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...