Recensione: Liam di Paola Gianinetto

712DRiz-ZyL._SL1500_

Titolo: Liam
Autore: Paola Gianinetto
Serie: Principi azzurro sangue (#3)
Casa Editrice: Emma Books
Genere: m/f fantasy
Formato: ebook
Pagine: 353
Prezzo: € 2,49
Data d’uscita: 16 dicembre 2013

Trama

Elizabeth Hayes non è una ragazzina romantica, non sogna il grande amore e non è capace di piangere. Ha perso l’innocenza settant’anni fa, quando uno sconosciuto le ha succhiato via la vita su un marciapiede, trasformandola in qualcosa che lei non voleva essere. Beth ora è una vampira, una creatura forte e invincibile, e ha giurato che non permetterà più a nessuno di farle del male. Ha un unico punto debole, che tiene nascosto a chiunque: un disperato bisogno di provare delle emozioni, di lasciarsi andare, di perdere il ferreo controllo che esercita su se stessa e sugli altri.Quando incontra di nuovo Kevin, il dolce e coraggioso ragazzo pronto, per lei, a sfidare l’orrore, si illude di poter trovare un po’ di pace, ma Kevin non possiede quello di cui Beth ha bisogno. A differenza di Liam Blake, il crudele Antico dagli occhi viola ossessionato dal dolore e dal desiderio di vendetta.Ma, qualche volta, il rimedio può essere più pericoloso del male…

Recensore

Rosy

Ciao a tutti.
Oggi torniamo a parlare di Paola Gianinetto e del suo terzo libro: Liam.
Qui troviamo Beth, uno dei personaggi principali che ho amato fin dal primo libro, quello di Kyler. Beth bellissima, bionda, occhi azzurri, amica di Nia e Anita, e prima ancora, quando è stata trasformata in vampira, è stata aiutata da Kyler a superare la trasformazione, anche amica di Aidan, un altro vampiro legato a loro, e fedele a Patrick, uno dei nove antichi.
Liam, bellissimo, alto, moro e occhi viola, uno dei nove antichi, uno dei più potenti e spietati, si presenta alla porta di casa loro certo di trovare Anita, compagna di Patrick, per rapirla e vendicarsi per un torto che secondo lui avrebbe subito un paio di secoli prima, invece trova Beth e, non potendo aspettare oltre, rapisce lei.
Voglio aprire una piccola parentesi: nel libro di Patrick Beth conosce Kevin, un umano che si innamora di lei, in questo libro si rivedranno ancora e lui avrà una piccola parte fondamentale durante il rapimento di Beth, questo per farvi capire in che modo Liam cambierà grazie a lei.
Nel periodo che Beth trascorre nel castello di Liam, in Scozia, conosce Amber, una ragazzina cresciuta nel castello, che si scopre esser figlia di una discendente, ma non esserlo lei stessa, e Morwen un’anziana donna che lavora nelle cucine, si è occupata di Amber dopo la morte prematura della madre.
Posso dire con estrema certezza che la nostra scrittrice mi ha conquistato fin da primo libro, ora che sono arrivata al terzo sono letteralmente innamorata. L’ho trovato travolgente e pieno di suspense; ho avuto anche qualche sudore freddo, ma ha descritto Beth come una donna forte e questo mi è piaciuto molto, perché teneva testa a Liam, rischiando punizioni o addirittura la morte.
Dal rapimento di Beth, quando nasce questo strano gioco in cui i nostri protagonisti si cercano, si assaporano, litigano, si attaccano, ci sono altri personaggi che si aggirano furtivamente dietro le quinte per arrivare al potere; viene coinvolta anche Anita che, per salvare l’amica, parte per la Scozia con l’inganno e lì viene quasi uccisa e salvata dallo stesso Liam; saltano fuori segreti, pentimenti e richieste di perdono, ma non vi dirò altro perché alla fine di questo libro la nostra Gianinetto ci fa capire che ci sarà un quarto libro che aspetterò con ansia.
Un saluto a tutti.

Voto

5 stelle

 

Editing

Lady Kant.jpg

Annunci

One thought on “Recensione: Liam di Paola Gianinetto

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...