Doppia recensione: Nephilim – Guerra in Purgatorio di Valerio la Martire

Nephilim

Titolo: Nephilim – Guerra in Purgatorio
Autore: Valerio la Martire
Serie: Nephilim
Genere: urban fantasy
Casa Editrice: Curcio Editore (cartaceo)- self publishing (ebook)
Pagine: 213
Prezzo: € 0,99
Data d’uscita: 3 dicembre 2014

Trama

La tregua era stata stipulata. Dopo quattromila anni i Nephilim Celestiali e i Nephilim Infernali avevano deposto le armi spartendosi le Americhe. Ma la pace era stata conquistata a caro prezzo. L’alleanza dei Celestiali con la razza immonda dei Demoni aveva infranto equilibri antichi che non dovevano essere toccati. Creature più potenti e pericolose dei Nephilim sono ora entrate in gioco e non è la pace il loro obiettivo.
Nessuno, nemmeno il loro creatore, avrebbe invece potuto immaginare l’amore tra un Infernale e un Celestiale.

Recensore

Teddy

Il primo impatto con il libro non è stato dei migliori perché ogni capitolo è scritto in prima persona e ognuno narra il punto di vista di uno specifico personaggio; i personaggi sono molti e l’autore non perde troppo tempo in inutili descrizioni gettandosi direttamente nel vivo dell’azione. Sicuramente questa tecnica narrativa non annoia il lettore ma, in una prima fase, rischia di lasciarlo un po’ spaesato. Compresa la difficoltà, mi sono creato una nota sul mio kindle appuntando i nomi dei personaggi e le relazioni tra di loro e in breve sono riuscito a raggiungere un livello di familiarità tale da poter leggere senza dovermi domandare “e questo adesso chi è?”
ll tema principale del romanzo è lo scontro fra angeli e demoni in una città moderna; tema forse non originalissimo ma che viene trattato con molta profondità e competenza dall’autore, che ricostruisce i fondamenti di molti miti legati all’eterna lotta tra il bene e il male dando una profondità notevole a personaggi e trama. La storia d’amore tra i due personaggi maschili non è il fulcro del romanzo anche perché ci sono personaggi di contorno che risultano molto più accattivanti e interessanti per il lettore, ma l’autore ha comunque il pregio di raccontare l’amore tra due uomini in modo semplice e naturale… proprio come dovrebbe essere l’amore in ogni sua forma. Sono curioso di leggere il seguito di questo romanzo che consiglio a tutti gli appassionati di fantasy e soprattutto di libri “in serie” più o meno lunghe.
Buona lettura!

Voto

4 stelle

Editing

Sirena

Recensore

Sunshine

Guerra in Purgatorio è il primo libro della trilogia Nephilim di Valerio la Martire.
Si tratta di un romanzo corale, a ogni capitolo abbiamo il POV di uno dei personaggi, anche se scopriremo subito, che due di loro spiccano su tutti gli altri: Jonathan e Ryan.
Il mondo urban fantasy che ha creato Valerio la Martire è complesso e si riallaccia anche a miti e leggende già esistenti.
Ryan e Jonathan sono due Nephilim, un Celestiale e un Infernale. Le loro razze hanno combattuto una guerra durata quasi quattromila anni e, anche se ora una tregua è stata stipulata, si odiano a vicenda senza nemmeno nasconderlo troppo. A governare le due razze e le rispettive vite abbiamo gli Eterni di cui devono rispettare le leggi.
Ma Jonathan e Ryan non sono interessati alla guerra e agli strascichi che si è portata dietro, desiderano solo vivere le loro vite in tranquillità, anche se le rispettive famiglie ai tempi della stessa erano a capo delle rispettive fazioni opposte.
Quando s’incontrano si crea un legame, ma come fare? Come possono anche solo essere amici? E se le loro rispettive razze lo scoprissero?
Ryan capisce subito di amare Jonathan, sa che deve rivederlo, toccarlo, baciarlo… quello che prova è qualcosa di travolgente e totalmente fuori controllo. Dopo averlo visto la prima volta, ogni volta che pensa a lui, un sorriso compare sul suo viso.
Jonathan è più cauto, anche perché ha iniziato da poco a frequentare Blake, un umano, con cui condivide la vocazione di aiutare il prossimo in campo medico. Nonostante ciò sente un istinto protettivo nei confronti del Nephilim Infernale e più cerca di prendere le distanze più si ritroverà coinvolto.
Attorno a loro gravitano personaggi secondari ma non per questo meno importanti, anzi nella trama generale ognuno di loro è essenziale per il proseguimento dell’opera.
Valerie/Val, la sorella/fratello di Jonathan, è a capo della famiglia. Vuole proteggere Jonathan e l’altra sorella Emily ma, pur animata/o da buone intenzioni non sarà immune da errori. L’ombra della guerra alberga ancora troppo nel suo cuore e basterà un nonnulla per scatenare una reazione spropositata, cui seguiranno una serie di eventi a catena dai quali non si potrà fare ritorno.
Abbiamo quindi Alexander, uno Stregone amico di Emily che si ritroverà al centro di questo duello tra Celestiali e Infernali. Aiuterà sia Ryan che Jonathan, ma a un certo le sue intenzioni saranno causa di un equivoco.
Tutti loro, e non solo, verranno orchestrati e manovrati da qualcuno di non ben precisato, e che a loro insaputa, li farà scontrare colpo su colpo, aumentando di volta in volta rabbia e dolore.
Leggendo Nephilim non ho potuto non notare un parallelismo con l’opera “Romeo & Giulietta” di Shakespeare.
Se si tolgono al libro gli elementi fantasy ci ritroviamo con due famiglie che si odiano, un migliore amico assassinato, un incontro a una festa che farà scoppiare la scintilla, fiale, pozioni e pugnali.
Che dire… è una trama che cattura sempre, un amore proibito, ostacolato dagli altri personaggi e dal fato.
Il finale è aperto e lascerà i nostri due protagonisti lontani più che mai fisicamente, ma altrettanto uniti nel cuore.
Jonathan si ritroverà in un posto da cui non può fare ritorno (o forse sì?) e Ryan sarà così pieno di rabbia che la sua vendetta potrebbe sterminare il mondo intero e l’ordine precario ottenuto dopo la fine della guerra.
Ma come ogni libro, se lo si legge per davvero, con profondità, c’è molto di più di una piacevole trama urban fantasy e di una storia d’amore.
Valerio la Martire t’incanta con le sue parole e la scorrevolezza del testo, ti emoziona con l’amore dei due protagonisti e ti trasporta un un mondo fantastico popolato da creature sovrannaturali.

Voto

4 stelle

Editing

Madame Bovary

Annunci

2 thoughts on “Doppia recensione: Nephilim – Guerra in Purgatorio di Valerio la Martire

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...