Intervista: la scrittrice Francesca Pace si racconta ai lettori di Emozioni fra le pagine

12002607_10206433541590644_5243377797909491830_o

Sunshine: Ciao Francesca e grazie di essere qui con noi e i nostri utenti.

1. Parlaci un po’ di te. Quando è nata la passione per la scrittura?
Ciao a te, sono io che ti ringrazio per questo spazio. Sono molto felice di essere ospite tua e del vostro blog.
La passione per la scrittura è nata come una necessità quando ero ancora ragazzina. Ero molto chiusa e non parlavo mai delle mie cose e mia madre, mossa dalla disperazione, mi regalò un diario. Avevo 11 anni. La sua speranza era che io trovassi un modo per tirare fuori quanto avevo dentro. Non si sbagliò. Tengo diari da quel dí, lo faccio ancora oggi anche se non con frequenza giornaliera. Iniziai ad annotare pensieri, paure, desideri. Presto quel luogo di confidenze diventò un mondo fantastico, un angolino nel quale mi rifugiavo e vivevo mille avventure. Il diario divenne un blocco di appunti per racconti e romanzi e poesie che non hanno mai visto la luce fino alla pubblicazione di “Emma”.

2. Devo ammettere che non ho ancora letto un tuo libro, così quando ci siamo sentite per questa intervista sono andata su Goodreads per informarmi un po’ e ho visto che scrivi urban fantasy. Cosa ti piace di questo genere?
Ti permette molto sul piano della fantasia. Puoi creare il mondo che vuoi, i personaggi che desideri. Ti concede l’enorme possibilità di vivere mille vite.
Ci tengo a sottolineare che, in verità, il tocco fantasy è il condimento pepato ad una storia che affronta il tema della crescita e del cambiamento di Emma che, affrontando i guai a cui la vita la obbliga, diverrà una donna forte e determinata.

3. Hai mai pensato di cimentarti con qualcos’altro?
In realtà l’ho fatto. Io scrivo poesie e ho partecipato a un’antologia con un racconto contemporaneo. Tra l’altro il racconto che si intitola “Ricomincio da” uscirà nella sua versione integrale a ottobre. Per le poesie dobbiamo aspettare che io abbia il coraggio di esporre una così intima parte, ma sono lì e sono pronte. Ammiccano pazienti!

4. Tu sei un’autrice che si pubblica in self. Parlaci di questa esperienza.
Appena ho deciso di pubblicare, come molti prima di me, ho fatto un giro di CE. Con sincerità ti dico di aver ricevuto un buon numero di proposte editoriali che, però, non facevano mai il “bene” dell’autore. Ho deciso, quindi, di tentare la via del self consapevole. Io adoro autogestirmi e i risultati in termini di vendita e di visibilità sono stati straordinari. Non mi aspettavo un tale ritorno e ne sono felicissima. Certo, il lavoro che c’è dietro è enorme e io mi avvalgo di editor e grafici, ma la libertà che ti dà lavorare in questo modo è impagabile.

5. Ho notato che tutti i tuoi libri sono in vendita a 0,99 euro, eppure sono lavori ben sostanziosi per cui avrai speso mesi di lavoro. Emma, ad esempio, sono ben 468 pagine. Qual è stato il tuo ragionamento dietro la scelta del prezzo?
Quello non è il loro prezzo di copertina. Ora tutta la Saga è in promozione a 0,99 cent. Solitamente il prezzo è di 2,99 cent. Credo che questo sia un prezzo onesto per un ebook che, in questo modo, è accessibile a tutti. I romanzi vengono scritti per essere letti… Anche le versioni estere hanno un prezzo che ruota intorno a queste cifre.

6. Hai mai pensato di pubblicare con una Ce?
Certo!!!!! È il sogno di tutti noi che scriviamo. A oggi, però, con la consapevolezza che ho raggiunto in quest’avventura e con i mezzi e i risultati che ho, sono divenuta molto selettiva. Insomma, parliamoci schiettamente, una piccola o media CE non potrebbe garantirmi nulla di più di quanto io già faccia, ma se venisse un colosso editoriale accetterei al volo, hahahahha….

7. La scelta di una cover incide sull’acquisto di un libro. Un lettore per prima cosa viene attirato dalla cover e poi probabilmente andrà a leggere la trama. Giusto l’altro giorno ho preso un libro senza nemmeno leggere la trama perché la cover mi aveva colpito molto. Cosa ne pensi? Hai una grafica di fiducia che le crea?
Sono pienamente in accordo con te. Spesso anche io acquisto perché ammaliata dalla cover. Ho un grafico di fiducia che ha curato tutte le cover della Saga, e proprio in questi giorni, con l’occasione dell’uscita estera, è partito un nuovo progetto grafico. Le cover saranno ricreate da un’illustratrice, Livia De Simone, con la quale abbiamo intenzione di pubblicare un romanzo illustrato in primavera.

8. Ci sono scrittori che quando scrivono hanno bisogno di assoluto silenzio e tranquillità e altri che lo fanno ascoltando la musica. Tu in quale categoria rientri?
Decisamente la seconda. Io ascolto metal, death metal o epico… dipende dal brano che sto scrivendo. Edito, in realtà, in assoluto silenzio.
In fase creativa, la musica mi permette di vivere sensazioni immaginifiche evocando scene e sensazioni che poi io trascrivo.

9. Diamo l’opportunità ai lettori di conoscere i tuoi lavori. Parlaci dei tuoi libri e dacci qualche anticipazione sulle prossime pubblicazioni.
La saga racconta la storia di EMMA, una ragazza semplice dall’inconsapevole fascino magnetico. Rimasta orfana giovanissima, vive la sua esistenza con affianco la sua migliore amica Serena, una ragazza solare ed estroversa che la supporta e la aiuta nelle difficoltà e gode con lei dei successi.
Nulla è come sembra in realtà e con il dipanarsi dell’intreccio Serena svelerà la sua vera natura, quella di potente strega affiancata alla ragazza per difenderla. La vita di Emma, tranquilla, al confine dell’invisibilità, verrà sconvolta da un cambiamento radicale e improvviso che la catapulterà nel complesso e violento mondo di streghe e vampiri. Un’inaspettata e travagliata transizione ne muterà in modo definitivo la natura e l’essenza trasformandola in un essere sovrannaturale mai esistito prima. In Emma prenderanno vita le due nature che la compongono e caratterizzano che, tenute sopite per anni sgomiteranno tra loro fino a trovare un equilibrio. La ragazza scoprirà di essere un ibrido, per metà strega e per metà vampiro. In questo cambiamento, che accompagnerà anche una maturazione caratteriale, Emma capirà, anche, che la sua vita era destinata a questo mondo fantastico e che i suoi più cari amici ne facevano parte da sempre. Quando la straordinaria ragazza, accompagnata dai suoi amici di sempre e da un nuovo e viscerale amore, si troverà ad affrontare con coraggio la sua nuova vita imparando ad amarla e ad amare se stessa come mai prima, scoprirà di possedere uno sconfinato ed incontrastabile potere. È, questa, una appassionante e intensa storia di amicizia, fratellanza e amore.
I personaggi crescono e mutano al mutare degli eventi e prendono spessore man mano che l’intreccio si infittisce.
Tornano le caratteristiche tipiche del romanzo per ragazzi, giovani, adulti e uomini e donne che hanno ancora voglia di fantasticare. Tornano, infatti, i legami di amicizia saldi e indissolubili al di là della morte e l’amore puro e combattuto, all’inizio.
La nota di colore la dà proprio la protagonista principale, Emma, una giovane donna solida e concreta che di fronte alle difficoltà della vita si è sempre bastata e che ora, dopo la sua transizione, si trova non solo a salvare se stessa ma anche i suoi amici. Insomma una moderna principessa che non aspetta chiusa nella torre che il bel cavaliere la salvi dal drago, ma che, insieme ai suoi affetti più cari, sfonda le porte di quella torre regalandosi la libertà.
Seppure il personaggio di forza sia Emma, il racconto è corale e tutti gli altri personaggi hanno importanza e valore nella crescita della protagonista e nello svolgimento della storia.
Per tanto, seppure il tema si direbbe ampiamente trattato, vi invito a prendere in esame la lettura dell’opera così come è stata immaginata… una bella storia di amicizia e amore in cui i buoni non sempre vincono ma spesso pareggiano e a volte, loro malgrado, perdono.
L’evoluzione della storia si respira anche nel cambio di stile e registro. Da “Emma” a “Vincolo di sangue” passando per “Gabriel. Il sigillo della tredicesima runa” le ambientazioni diventano maggiormente dark e i sentimenti confusi e travagliati. Emma dovrà affrontare le sue paure e il suo lato oscuro per vincere una battaglia che sembra interminabile.
Mentre aspetto che il quarto e ultimo capitolo della saga prenda vita, sto realizzando un libro di cucina in collaborazione con un’altra autrice, nel quale verranno trattate le erbe magiche sia come spezie che come componenti di incantesimi o, come li chiamo io, intrugli magici.
In più sto lavorando a uno spin off e ad un nuovo romanzo che è ancora tutto nella mia testa.

10. Da lettrice cosa piace leggere a Francesca?
Io leggo di ogni. Sono una lettrice curiosa, e sbircio di tutto. La scelta del genere, comunque, è molto legata la mio umore del momento. Ora, per questioni lavorative, sto dedicando molto tempo alla lettura di esordienti italiani e la cosa mi diletta e mi piace.
Molte giovani e talentuose penne animano il panorama letterario nostrano.

Sunshine: È ora dei saluti. Grazie mille Francesca per essere stata qui a Emozioni fra le pagine e tanti auguri per la tua carriera di scrittrice.
Francesca: Grazie a voi per avermi ospitata, è stato un vero piacere!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...